Cronaca Via Matteo Bonello

Puntarono la pistola contro un poliziotto per poi rapinarlo, condannati anche in appello

Nonostante qualche sconto di pena l'impianto accusatorio ha retto. Confermate le pene due componenti della banda. L'episodio nel gennaio 2016 in via Matteo Bonello, a pochi passi dalla Cattedrale

Il tribunale di Palermo

Puntarono la pistola contro un poliziotto per poi rapinarlo. Sono stati condannati in secondo grado i componenti di un commando che, secondo quanto ricostruito dalla Squadra Mobile e dalla Procura, nel gennaio 2016 riuscirono a portare via 7 mila euro a un agente libero dal servizio che si trovava in via Matteo Bonello, a pochi passi dalla Cattedrale.

I rapinatori avrebbero seguito i movimenti della vittima, sapendo che all’interno del suo borsello c’era una grossa somma di denaro. Quindi l’agguato e la fuga a bordo di scooter. Per loro la corte d’Appello, presieduta dal giudice Salvatore Barresi, ha stabilito le pene (già scontate di un terzo come previsto dal rito abbreviato).

Cinque anni per Stefano Randazzo e Manuel Micciché, 6 anni e 4 mesi per Francesco Paolo De Luca, 2 anni e mezzo per Salvatore De Luca. Gli imputati erano difesi dagli avvocati Salvatore Ferrante, Alessandro Musso, Michele Rubino e Luciano Maria Sarpi. Confermate senza sconti le condanne inflitte a Benito Micciché (2 anni) e Francesco Paolo Pavonita (un anno e 4 mesi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puntarono la pistola contro un poliziotto per poi rapinarlo, condannati anche in appello

PalermoToday è in caricamento