Cronaca Partanna-Mondello / Via Calipso

Rapina da 33 mila euro (con pistola) alla Italo Belga: arrestato il "palo"

In manette è finito Daniele Messina, 36enne palermitano. I fatti risalgono al luglio 2017. L’uomo è ritenuto responsabile anche di ricettazione, in concorso con altre due persone. Dopo il colpo i malviventi scapparono utilizzando un furgone poi trovato allo Zen e risultato rubato

A distanza di due anni esatti i carabinieri hanno arrestato uno dei protagonisti della rapina alla Italo Belga, la società che gestisce in concessione la spiaggia di Mondello. In manette è finito Daniele Messina, 36enne palermitano. L’uomo è ritenuto responsabile di rapina e ricettazione in concorso con altre due persone.

I fatti risalgono al 17 luglio 2017, quando due uomini a volto coperto e armati di pistola, una volta entrati all’interno della sede dell'Italo-Belga, si erano fatti consegnare 33 mila euro da un dipendente. Soldi che erano conservati in un cassetto dentro una scrivania.

Questa mattina i carabinieri della stazione di Partanna Mondello hanno eseguito nei confronti del 36enne un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa ieri dal Gip del Tribunale di Palermo. "Messina - spiegano dal comando provinciale dei carabinieri - è ritenuto il “palo” poiché, secondo le indagini, era rimasto all’esterno dell’edificio, per poi dileguarsi con gli altri due a bordo di un furgone Fiat Iveco Daily, trovato successivamente allo Zen e risultato rubato". 

I militari sono riusciti a risalire all’uomo attraverso accertamenti tecnici effettuati sul furgone, che hanno permesso di rinvenire impronte digitali e la visione delle immagini di videosorveglianza presenti sul posto. Messina dopo la notifica del provvedimento cautelare è stato portato nella propria abitazione ed è adesso a disposizione del giudice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina da 33 mila euro (con pistola) alla Italo Belga: arrestato il "palo"

PalermoToday è in caricamento