menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina gioielleria, poi appicca fuoco davanti al negozio: arrestato palermitano

Un uomo di 32 anni - già gravato di numerosi pregiudizi di polizia - è stato arrestato a Genova. Ieri il giudice ha emesso nei confronti del pregiudicato un ordine di carcerazione, eseguito dai carabinieri

E' accusato di avere messo a segno una rapina in una gioielleria e di essere il protagonista di un raid incendiario. Un palermitano di 32 anni (S.D. le sue iniziali) - già gravato di numerosi pregiudizi di polizia - è stato arrestato a Genova. Ieri il giudice ha emesso nei confronti dell'uomo un ordine di carcerazione, eseguito dai carabinieri.

La rapina risale ai primi giorni dello scorso mese di ottobre: il 32enne, armato di coltello, entrò all'interno di una gioielleria in via Giacometti a San Fruttuoso e si fece consegnare dal titolare numerosi oggetti in oro e una modica somma di denaro, asportata dal registratore di cassa, dandosi poi alla fuga. Sul posto intervennero i carabinieri della stazione di San Fruttuoso insieme ai colleghi del Nucleo Operativo della compagnia di San Martino. Nei giorni successivi, dopo una rapida attività investigativa, il palermitano venne identificato e denunciato per rapina.

Poco prima di Natale il trentaduenne si rese di nuovo "protagonista": appiccò un incendio sul marciapiede davanti alla gioielleria e venne identificato pochi giorni dopo dalla polizia. Ieri l'uomo è stato arrestato dai carabinieri e portato nel carcere di Marassi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento