Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Sperone

Rapina col morto allo Sperone, arrestato uno dei due complici

Fermato dai poliziotti della sezione antirapina un pluripregiudicato di 33 anni. Nel tentato assalto alla gioielleria Comito perse la vita Salvatore Cappai colpito da alcune pallottole esplose dal titolare del negozio

La gioielleria Comito allo Sperone

Sarebbe un pluripregiudicato di 33 anni, O.B., il complice della rapina finita in tragedia allo Sperone. Gli agenti di polizia della sezione antirapina lo hanno arrestato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Contino su richiesta del pm Cescon.

Secondo l'accusa avrebbe partecipato alla tentata rapina nella gioielleria Comito, in via Portella della Ginestra, dove il 28 marzo scorso uno degli assalitori, Salvatore Cappai, 34 anni, incensurato, era stato colpito da alcune pallottole di pistola sparate durante la colluttazione con il gioielliere. Cappai era poi deceduto in ospedale il 12 aprile scorso.

"A carico di O.B. la testimonianza del gioielliere, le immagini del sistema di videosorveglianza e i rilievi della polizia scientifica. Secondo gli inquirenti, sarebbe stato lui a fare irruzione con Cappai, e a tentare poi, mentre questi lottava col commerciante, di aprire la porta per far entrare un terzo complice, col volto coperto da un casco. Non riuscendo a sbloccare la serratura, O.B. aveva cercato di dare manforte a Cappai e dopo gli spari era fuggito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina col morto allo Sperone, arrestato uno dei due complici

PalermoToday è in caricamento