Cronaca Uditore-Passo di Rigano / Via Cruillas

Rapinato in casa da finti postini, mattina da incubo per un uomo a Cruillas

E' accaduto nella mattinata, quando tre uomini sono riusciti a intrufolarsi in un'abitazione con la scusa di dovere consegnare un pacco. Indossavano gilet fluorescenti e caschi di sicurezza, per fare credere ad eventuali testimoni di essere degli operai

La polizia davanti al portone della vittima - foto Campolo

Ingannato da una banda di falsi postini e rapinato in casa. Mattinata di paura in via Cruillas, dove tre banditi armati sono entrati nell’appartamento di uomo sulla settantina per derubarlo. “Il signor… c’è un pacco da firmare. Glielo portiamo su”. Sono riusciti a intrufolarsi con questa scusa e lo hanno sorpreso mentre combatteva il caldo, da solo, in una delle stanze di casa, portando via tutto ciò che potevano. Sul posto sono intervenuti un’ambulanza, una volante di polizia, gli uomini delle scientifica, che stanno cercando tracce utili per risalire all’identità dei rapinatori.

Il fatto è accaduto intorno alle ore 11.30. Per confondere eventuali testimoni, i componenti della banda sono entrati in azione indossando dei gilet fluorescenti e dei caschetti gialli, lasciando intendere a chiunque li vedesse che fossero degli operai. Si sono avvicinati al cancello del piccolo residence e hanno citofonato all’ignara vittima. Con il pretesto del pacco sono entrati e si sono fatti aprire il portone e la porta di casa. Poi il silenzioso blitz, durato pochi minuti, quelli sufficienti a immobilizzare la vittima e portare termine il piano senza attirare l’attenzione dei vicini. Dopo aver portato via il bottino, il cui valore è ancora quantificare, i rapinatori sono fuggiti indisturbati, forse, a bordo di un’auto.

rapina-cruillas-2-23-luglio-2015-2Circa un’ora dopo è arrivata la figlia della vittima, che è salita a casa per verificare le condizioni del padre, impegnato per un lungo colloquio con i funzionari di polizia. Tra i vicini nessuno si sarebbe accorto di nulla. Al vaglio delle forze dell’ordine alcune telecamere di sicurezza piazzate nei paraggi e che potrebbero aver immortalato, nelle fasi successive al colpo, il mezzo utilizzato per la fuga. I soccorritori del 118, contattati dalla sala operativa del 113, sono andati via senza dovere medicare l’uomo, trovato solamente in stato di shock. “Invitiamo i cittadini - raccomando dalla Questura - a non fidarsi troppo degli sconosciuti, adottando le dovute precauzioni per non incorrere in esperienze del genere. Soprattutto in un periodo caldo come questo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinato in casa da finti postini, mattina da incubo per un uomo a Cruillas

PalermoToday è in caricamento