In farmacia punta pistola a dipendenti e clienti: dopo la rapina trova i poliziotti sotto casa

Decisivo il passaggio casuale di un agente libero dal servizio che ha memorizzato una parte della targa dell'auto del malvivente. E' successo in via Villagrazia: in manette dopo il blitz a mano armata è finito un pregiudicato di 46 anni

La farmacia rapinata

Si è presentato in farmacia in pieno giorno. Alle 12 in punto, davanti a numerosi clienti. Ha puntato una pistola a dipendenti e clienti e dopo aver arraffato 250 euro dalla cassa, si è allontanato a bordo di un'auto. Ma Giuseppe Napoli, pregiudicato palermitano di 46 anni, non aveva fatto i conti con un poliziotto libero dal servizio. Così il blitz a mano armata del rapinatore si è concluso con le manette.

Napoli aveva preso di mira una farmacia di via Villagrazia. E dopo aver messo a segno il colpo, non ha avuto neanche il tempo di mettere piede a casa, nei pressi della farmacia rapinata. Ad attenderlo, là dove  pensava di essere ormai al sicuro, ha trovato infatti, i poliziotti. Il pregiudicato è stato portato prima in Questura e poi al Pagliarelli.

Questa la dinamica della rapina raccontata dalla polizia."Napoli è entrato in farmacia col volto coperto da sciarpa e berretto e con le mani 'protette' dai guanti. Il caso ha voluto che si trovasse a passare da lì un agente dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, libero dal servizio, che, notando la precipitosa fuga del 46enne, ha immediatamente avvisato il 113, fornendo parzialmente la targa dell'auto del rapinatore, ma soprattutto, descrivendone i particolari somatici dell'uomo che si sono rivelati preziosi per chi conosce in profondità gli ambienti della malavita cittadina".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ascoltando la descrizione del malvivente, le circostanze legate al luogo, la dinamica della rapina e sviluppando i dati relativi alla targa del suo mezzo di fuga, infatti, i Falchi della sezione Contrasto al crimine diffuso” della Squadra mobile hanno capito di avere a che fare con Napoli, uomo noto per precedenti specifici. Sono andati quindi ad aspettarlo pazientemente sotto casa. "E pochi minuti dopo - raccontano dalla questura - si è materializzato l'uomo a bordo dell’auto segnalata. In un amen gli agenti lo hanno raggiunto e bloccato, bloccandogli qualsiasi possibilità di fuga". All’interno della sua macchina sono stati poi trovati i vestiti utilizzati per la rapina, che Napoli aveva tolto prima di arrivare a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento