menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La farmacia Listro in piazza Sant'Alfonso de Liguori

La farmacia Listro in piazza Sant'Alfonso de Liguori

Raffica di rapine, farmacie nel mirino: tre colpi in poche ore

I malviventi - usando un cacciavite come arma - hanno fatto irruzione in via Gustavo Roccella, all'Uditore e in via Pitrè. Nell'ultimo caso però un dipendente ha messo in fuga i banditi. Indaga la polizia

Rapinatori scatenati, mattina da incubo per le farmacie. Due colpi sono stati messi a segno, e uno tentato, in poche ore. Nel mirino le farmacie di via Pitrè, di via Gustavo Roccella e di piazza Sant'Alfonso de Liguori (Uditore).

In tutti e tre gli episodi i banditi hanno brandito un caccavite come arma. Il primo colpo in via Gustavo Roccella, nella farmacia Calì: due giovani a volto coperto hanno portato via l'incasso. Stessa scena nella farmacia Consiglio in via Pitrè, ma qui un dipendente ha messo in fuga i banditi. L'ultimo colpo in piazza Uditore, alla farmacia Borsellino, dove i due rapinatori hanno portato via il denaro della cassa nonostante il titolare abbia tentato di inseguirli. I bottini sono da quantificare, ma si tratta di "piccole cifre". I rapinatori sono fuggiti a bordo di un ciclomotore. Indaga la polizia.

Un quarto colpo invece è stato messo a segno ieri sera. A entrare in azione nella farmacia Pennino, in via Ettore Arculeo (alla Zisa), sono stati due giovani incappucciati. Uno era armato di coltello e ha minacciato la farmacista, l’altro ha svuotato la cassa e poi si sono dileguati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento