menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bagheria, la rapina al Compro Oro Preso il quarto membro della banda

R. D. L., palermitano di 33 anni, è accusato insieme a tre complici del colpo da 88 mila euro messo a segno lo scorso 12 agosto. Incastrato dalla videosorveglianza e dalle comunicazioni telefoniche

La polizia ha arrestato R. D. L., palermitano di 33 anni, accusato insieme ad altri tre complici (già tratti in arresto) di una rapina aggravata ai danni di un “Compro Oro” di Bagheria. L’arresto è avvenuto  in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Marina Petruzzella, su richiesta del pm Siro De Flammineis.

 
Il 12 agosto 2011, a Bagheria, l'uomo insieme ai tre complici già tratti in arresto, faceva irruzione all’interno di un esercizio di “Compro Oro”,  brandendo un coltello e con il volto travisato da un cappello, minacciava la titolare dell’esercizio e si faceva  consegnare le chiavi della cassaforte dalla quale sottraeva tutti i gioielli lì custoditi. D. L. è risultato essere colui che ha puntato alla gola della vittima un coltello a serramanico. La banda riuscì ad impossessarsi di tutti i preziosi contenuti in cassaforte per un valore di 88.000 euro.
 
Ad inchiodare D. L. oltre alle immagini dell’impianto di videosorveglianza anche la tracciabilità delle sue comunicazioni telefoniche nelle immediatezze della rapina. D. L. è infatti risultato contattare qualche minuto prima e qualche minuto dopo la rapina uno dei tre complici già tratti in arresto.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento