Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Rapina "mordi e fuggi" alla Montepaschi di via Notarbartolo, un arresto

I fatti risalgono allo scorso 9 marzo, in manette un pregiudicato di 31 anni. Ha rovistato in un cassetto e, deluso dall'assenza di ingenti somme in banconote, ha ripiegato sulle monete arraffandole tutte. Il colpo ha fruttato quasi 500 euro

Una fase della rapina

Un pregiudicato di 31 anni è stato arrestato dalla polizia perchè accusato di essere l'autore di una rapina in banca. Le manette sono scattate ai polsi di Giuseppe Presti. I fatti risalgono allo scorso 9 marzo quando un uomo, con il volto parzialmente coperto da uno scaldacollo, ha fatto irruzione nella filiale della “Monte dei Paschi di Siena” di via Notarbartolo. (GUARDA IL VIDEO)

Erano le dieci del mattino e all'interno dei locali c'era un solo cliente impegnato in un'operazione di sportello. Il malvivente con un passo spedito ha raggiunto l’area delle casse, diretto verso l’unica postazione attiva. Con tono minaccioso e in stretto dialetto palermitano ha bruscamente allontanato dalla cassa l'impiegata e ha rovistato nei cassetti. Deluso dall’assenza di ingenti somme in banconote, ha ripiegato sulle monete, arraffandole tutte, per un importo che ha sfiorato i 500 euro. Messo al sicuro il bottino si è allontanato.

Gli agenti della sezione antirapina hanno individuato l'arrestato grazie al sistema “Biodigit”, che rileva l’impronta digitale di chi entra nella banca. Lo scorso 19 maggio, Presti era già stato arrestato per il tentativo di un’analoga rapina presso la Banca Popolare Sant’Angelo di viale Campania. Il suo volto era stato immortalato dal sistema di videosorveglianza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina "mordi e fuggi" alla Montepaschi di via Notarbartolo, un arresto

PalermoToday è in caricamento