rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca

Rapinò una banca di Ravenna e portò via anche l'auto del direttore: condannato un palermitano

Il colpo fu messo a segno il 17 luglio dell'anno scorso e, oltre alla macchina, fruttò 46 mila euro. L'imputato aveva costretto i dipendenti a chiudersi nel bagno minacciandoli con un taglierino. A poco più di un anno dai fatti la sentenza è definitiva

Con un taglierino e assieme ad un complice aveva minacciato i dipendenti di una banca di Ravenna ed era riuscito a portare via 46 mila euro, oltre all'auto del direttore per fuggire. Giovanni Sanfilippo, palermitano di 48 anni, a poco più di un anno dal colpo in messo a segno in trasferta è stato condannato definitivamente a 3 anni e 8 mesi di reclusione.

L'imputato era stato arrestato il 21 dicembre scorso proprio a Palermo, con l'accusa di aver rapinato la filiale della Cassa di Ravenna il 17 luglio precedente. A maggio ha patteggiato la pena davanti al gup della città romagnola, ma poi ha deciso di impugnare la sentenza in Cassazione. Il suo ricorso è stato giudicato inammissibile ed infondato dalla seconda sezione, presieduta da Anna Maria De Santis, e così la condanna è diventata definitiva. I giudici hanno anche condannato Sanfilippo a versare 3 mila euro alla Cassa delle ammende.

Il 17 luglio il palermitano entrò nella banca di Ravenna e, minacciando i dipendenti con un taglierino, li costrinse a chiudersi nel bagno. Poi aveva aspettato per ben 20 minuti l'apertura della cassaforte temporizzata e aveva arraffato i 46 mila euro. Inoltre, l'imputato era anche riuscito a prelevare le chiavi dell'auto del direttore della filiale, custodite nella sua borsa, e a fuggire con il mezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinò una banca di Ravenna e portò via anche l'auto del direttore: condannato un palermitano

PalermoToday è in caricamento