Cronaca

Colpo in una banca di Pescara Arrestati due rapinatori in trasferta

In manette sono finiti 2 pregiudicati palermitani. Secondo la polizia sarebbero gli autori dell'assalto all'istituto di credito dello scorso novembre: 105 mila euro il bottino. I due sono stati incastrati dalle telecamere

Le immagini delle telecamere della banca (fonte: Il Pescara)

La squadra Mobile di Pescara, in collaborazione con le forze dell’ordine di Palermo, ha arrestato due pregiudicati palermitani accusati di essere i responsabili della maxi rapina messa a segno l'8 novembre scorso in una banca di Porta Nuova. Si tratta di M.F, 27 anni e A.G., 29 anni.

I due - secondo quanto riferiscono gli inquirenti - avrebbero fatto irruzione nella banca Popolare di Puglia e Basilicata utilizzando un modus operanti particolare. Hanno infatti atteso che il direttore arrivasse ad aprire la filiale fingendo di volere informazioni. Una volta all'interno, lo hanno minacciato con una pistola, attendendo che si aprisse il meccanismo della cassaforte, aspettando che arrivassero anche altri impiegati.

Dopo aver rubato il denaro, circa 105 mila euro, hanno scartato la mazzetta civetta e lasciato le monete. I due poi hanno anche salutato cordialmente il direttore prima di allontanarsi, per non insospettire i clienti che attendevano fuori l'apertura dell'istituto. Fin da subito la Mobile ha diffuso le immagini delle telecamere della banca che mostravano i volti dei due responsabili, e dopo tre mesi di indagine si è arrivati all'arresto.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo in una banca di Pescara Arrestati due rapinatori in trasferta

PalermoToday è in caricamento