Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

"Bomba nello zaino": assalto in banca, arrestato ragazzo palermitano in Emilia

I carabinieri hanno dato esecuzione a un ordine di carcerazione a carico di un ventisettenne, tra i protagonisti della rapina in una filiale Credem

Condannato a due anni e mezzo dopo aver tentato di rapinare una banca a Modena. I carabinieri della stazione emiliana di Bagnolo hanno dato esecuzione a un ordine di carcerazione a carico di un ragazzo palermitano di 27 anni. L'uomo fu tra i protagonisti della rapina, il 29 aprile 2014, ai danni del Credem in viale Fabrizi, a Modena.

Queste le fasi dell'assalto: un malvivente con una maschera in lattice ha fatto irruzione nella filiale, pretendendo i soldi delle casseforti e avvertendo i testimoni che altrimenti avrebbe fatto scoppiare una bomba, che portava con sé in uno zainetto.

Una donna (le indagini poi rivelarono trattarsi di una complice) accusò un malore, cadendo per terra. Venne soccorsa da un impiegato ma il malvivente, pensando che il dipendente avesse fatto scattare l'allarme, lo colpì con uno schiaffo, prese 600 euro dalle casse a banco e fuggi in sella a una bicicletta. Le indagini hanno successivamente rivelato che il bandito era andato nell'appartamento del palermitano situato a pochi metri dalla banca. Quindi l'iter processuale che ha visto il Tribunale di Modena condannare il giovane palermitano alla pena di due anni e mezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bomba nello zaino": assalto in banca, arrestato ragazzo palermitano in Emilia

PalermoToday è in caricamento