menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lama al collo dell'impiegato e clienti in ostaggio: rapina in banca, preso palermitano

Assalto in Emilia: finisce al Pagliarelli un uomo di 38 anni, in azione insieme ad altri due malviventi. Il colpo (da 32 mila euro) fu commesso quattro mesi fa. A tradirli sono state le impronte

Sono dovuti intervenire i Ris di Parma per venire a capo di una rapina commessa quattro mesi fa in Emilia. Un palermitano di 38 anni, con precedenti alle spalle, è stato arrestato, insieme a due complici, dopo avere assaltato una banca a Crevalcore, in provincia di Bologna. I malviventi sono stati incastrati da alcune impronte rinvenute sulla scena del crimine. Nel mirino la Banca di Credito Cooperativo “Banca Centro Emilia” di Palata Pepoli. I fatti risalgono al pomeriggio del 10 giugno scorso, quando uno dei rapinatori entrò in banca a volto scoperto per non insospettire i presenti, tirò fuori un cutter e lo puntò al collo di un impiegato dicendogli: “Non ti azzardare a far scattare l’allarme!”.

Il malvivente poi costrinse il malcapitato ad aprire la porta blindata a “bussola” del locale, così da permettere ai suoi complici, non armati, ma col volto travisato da un casco semi integrale e una sciarpa, di entrare e portare a termine il colpo. I tre rapinatori fuggirono con un bottino di: 32.400 euro, 860 sterline e 525 dollari. Nella circostanza, l’impiegato minacciato col cutter, un trentenne, rimase ferito al collo, mentre il direttore, quarantancinquenne e due clienti della banca, tra cui un anziano di 83 anni, vennero rinchiusi all’interno del bagno.

Nel corso delle indagini avviate dai carabinieri, fu rinvenuto, nelle vicinanze della banca, uno scooter Yamaha Majestic 125 e un casco. Il motorino era risultato rubato la sera prima a un uomo di 33 anni, bolognese. Gli investigatori sono adesso riusciti a risalire all’identità dei presunti rapinatori. L'arresto del palermitano, eseguito da parte dei carabinieri della compagnia Palermo Piazza Verdi, è stato immediato, poiché il trentottenne risulta già recluso a Palermo per altra causa. L'uomo è stato portato al Pagliarelli.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento