Cronaca

Mascherina anti Covid e parrucca: assalto in banca, arrestato palermitano

Il colpo, messo a segno alla Credem di Trapani, risale al luglio del 2020. Dopo lunghe indagini finisce in carcere un 52enne: gli altri due complici erano già stati individuati a febbraio

Un palermitano di 52 anni è finito in carcere con l'accusa di avere rapinato una filiale della banca Credem di Trapani, insieme a due complici - anche loro palermitani - già arrestati nel febbraio scorso. I fatti risalgono al 6 luglio del 2020. L'uomo è stato fermato ieri mattina, dagli agenti della Squadra mobile della Questura di Trapani, in collaborazione con i colleghi di Palermo.

Queste le fasi clou dell'assalto: i tre entrarono in azione tutti con mascherine anti Covid e parrucche. Dopo aver minacciato e bloccato in una stanza i cassieri e il direttore erano riusciti a fuggire con oltre 60 mila euro di bottino. A febbraio due di loro, un 57enne e un 35enne, erano stati arrestati. Gli investigatori erano riusciti a prenderli dopo essere risaliti al mezzo utilizzato dai rapinatori per mettere a segno il colpo attraverso le intercettazioni telefoniche e l'esame di diversi sistemi di videosorveglianza.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherina anti Covid e parrucca: assalto in banca, arrestato palermitano

PalermoToday è in caricamento