rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Mondello, commando armato assalta la villa dell'avvocato Sbacchi

Quattro uomini sono entrati nell'abitazione del noto penalista dopo aver forzato un cancello ed una portafinestra. Poi lo hanno sorpreso nel soggiorno, puntandogli una pistola e legandogli mani e piedi, così come alla figlia e alla badante. Bottino da 10 mila euro. Indaga la polizia

Commando armato entra in azione nella notte per rapinare un noto avvocato palermitano. La polizia indaga sull'irruzione avvenuta lo scorso 3 settembre (ma trapelata solo oggi) poco dopo l'una, nell'abitazione di Mondello del penalista Gioacchino Sbacchi, in passato legale difensore di Giulio Andreotti. In quattro sarebbero entrati, con pistole alla mano e volto coperto, minacciando Sbacchi per farsi consegnare contanti e gioielli per 10 mila euro.

Insieme a lui, nell'abitazione, c'erano la figlia e la badante. L'avvocato si trovava già a letto, quando avrebbe sentito degli strani rumori provenire dal soggiorno. Una volta dentro la stanza è stato sorpreso dai quattro uomini che, sotto la minaccia delle armi, gli hanno legato mani e piedi, così come alle altre due presenti. Una rapina pianificata probabilmente a tavolino, studiando abitudini e orari dell'avvocato, nonchè i punti di accesso della villetta nella borgata marinara

I malviventi, infatti, pare che siano entrati forzando il cancello d'ingresso della residenza ed una portafinestra, grazie alla quale hanno avuto facile accesso nell'abitazione. Dopo aver terrorizzato i presenti ed averli legati, i rapinatori si sono fatti consegnare gioielli per un valore complessivo di circa 10 mila euro e 500 in contanti. Dopo il colpo sul posto sono arrivati i poliziotti della sezione antirapina della squadra mobile e gli uomini della scientifica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondello, commando armato assalta la villa dell'avvocato Sbacchi

PalermoToday è in caricamento