Via Lanza di Scalea, 56enne minacciato con la pistola e costretto a consegnare l'auto

L'uomo ha raccontato alla polizia di essere stato affiancato da due banditi che volevano la sua Fiat Punto. Durante la fuga con il mezzo rubato però avrebbero rotto il cambio, decidendo di abbandonarlo sul ciglio della strada e accontendandosi dei soldi trovati nel portaoggetti

Via Lanza di Scalea, nel tratto vicino al Velodromo

Automobilista minacciato con una pistola e rapinato in via Lanza di Scalea. Pomeriggio da dimenticare per un 56enne che domenica è andato al commissariato di via Duca degli Abruzzi per denunciare quanto gli era appena accaduto. L’uomo ha raccontato di essere stato affiancato da due uomini mentre si trovava al volante della sua Fiat Punto, dalle parti del Velodromo. I due lo avrebbero convinto con le cattive a scendere dalla macchina per poi salirvi a bordo e allontanarsi.

Pochi secondi dopo però qualcosa sarebbe andato storto e i due rapinatori si sarebbero trovato costretti ad abbandonare la Fiat Punto a poche centinaia di metri dal punto segnalato per la rapina. Sembrerebbe infatti che durante la fuga il bandito che si era messo alla guida dell’auto appena rubata abbia rotto il cambio. Prima di tornare dal suo complice il rapinatore ha frugato nell’auto trovando e portando via circa 200 euro dal portaoggetti. Sull'episodio indagano gli investigatori del commissariato San Lorenzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento