menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I viali dello Zen

I viali dello Zen

Picchiano settantenne e gli rubano l'auto, folle inseguimento allo Zen: un arresto

La vittima è stata avvicinata in via Tommaso Natale da due giovani, che lo hanno aggredito e lasciato a terra dolorante prima di fuggire con la sua Panda. Le volanti della polizia hanno intercettato il veicolo in via Primo Carnera, poi la corsa con i residenti "spettatori"

Malmenato e lasciato a terra dolorante per rubargli l'auto. Brutta disavventurta ieri pomeriggio per un automobilista di 70 anni in via Tommaso Natale. L'uomo è sceso dalla vettura, lasciandola accesa, per dirigersi verso un cassonetto dei rifiuti. All'improvviso è stato violentemente affrontato da due malviventi che lo hanno malmenato, reso inerme e lasciato dolorante al suolo. Poi sono saliti a bordo dell’auto e sono fuggiti a gran velocità verso lo Zen. Ne è nato un inseguimento con la polizia lungo i viali del quartiere, concluso con l'arresto di un 25enne dello Zen, Filippo Fioretto (nella foto a destra).

E' accaduto intorno alle 17.30, quando un uomo - ancora in stato di choc - ha chiamato il 113 dicendo di essere rimasto vittima di una rapina. Le pattuglie del commissariato San Lorenzo lo hanno trovato disteso per terra, con escoriazioni ed i vestiti bagnati. I poliziotti, dopo aver raccolto la testimonianza, hanno iniziato a battere palmo a palmo il quartiere. In via Primo Carnera è stata intercettata l’auto ricercata con a bordo una sola persona. Alla vista dei poliziotti, il malvivente ha schiacciato il piede sul pedale dell’acceleratore e ha dato vita a una folle fuga tra i vialoni dello Zen, con numerosi residenti scesi per strada a far da spettatori.

filippo fioretto-2In ben due circostanze, Fioretto ha violentemente impattato con l’auto rubata: prima su un'altra vettura e poi su un muro di cinta, arrendendosi soltanto a seguito dell’ultimo scontro. Anche in questa circostanza in realtà il malvivente ha tentato di fuggire, stavolta a piedi, aprendo la portiera dell’auto ma ha trovato i poliziotti a sbarrargli la strada. Gli agenti, anche dopo avere ammanettato l’uomo e averlo assicurato all’interno dell’auto di servizio, hanno dovuto fronteggiare le rumorose rimostranze verbali dei residenti. "Situazione purtroppo non inedita allo Zen", spiegano dalla Questura.

L’uomo è stato quindi condotto presso i locali del commissariato di San Lorenzo e riconosciuto formalmente come uno dei due assalitori di via Tommaso Natale. Fioretto addosso aveva lo stesso del portafogli della vittima, che quest’ultima aveva riposto nell’abitacolo della vettura prima della rapina. I poliziotti hanno riconsegnato al settantenne sia la vettura che il portafogli.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento