Cronaca

Picchiano anziano, si fanno dare le chiavi e rubano in casa: presi

I carabinieri di Partinico hanno arrestato due giovani per rapina e sequestro di persona. La vittima è un uomo di 81 anni, legato e imbavagliato all'esterno di una villetta di campagna. Poco dopo il blitz nell'appartamento del pensionato, nel centro del paese palermitano

L'esterno dell'appartamento assaltato

Per rapina e sequestro di persona i carabinieri di Partinico hanno arrestato Giuseppe Baglione, 25 anni e Antonino Vitale, 19 anni, entrambi noti alle forze dell’ordine. I due giovani, con volto coperto da una maschera, avrebbero atteso al villino di campagna il proprietario, di 81 anni. Al suo arrivo sono scattate le percosse. L'anziano è stato picchiato e poi legato e imbavagliato con la tela di una bandiera dell’Italia. I due malviventi hanno quindi rubato il telefono cellulare e le chiavi dell'appartamento, una casa nel centro abitato di Partinico.

I due si sono diretti proprio verso questa abitazione. Con le chiavi appena sottratte hanno fatto irruzione, per poi aggredire e immobilizzare la convivente del pensionato, un’anziana di 82 anni, facendosi consegnare la somma mille euro in contanti. Quindi sono fuggiti a bordo di una Punto bordeaux. I carabinieri hanno attivato immediatamente le ricerche e predisposto diversi posti di controllo nei punti sensibili della città. L’immediato intervento dei militari ha consentito la ricostruzione della dinamica e soprattutto l'individuazione dei due rapinatori. Per loro sono scattate le manette con l’accusa dei reati di concorso in rapina aggravata, sequestro di persona, lesioni personali e percosse. Entrambi sono stati portati all'Ucciardone.

Giovedì 4 dicembre, all'udienza di convalida, il gip di Palermo li ha immediatamente scarcerati per uno "scarso quadro indiziario". Antonino Vitale era difeso dall'avvocato Massimiliano Russo, mentre Bagliore dall'avvocato Michele Palazzolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiano anziano, si fanno dare le chiavi e rubano in casa: presi

PalermoToday è in caricamento