Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Rap-sindacati, rientra la crisi: trovata l'intesa dopo 9 ore

Accordo raggiunto dopo una riunione fiume tra i vertici dell'azienda e le organizzazioni sindacali. Si riparte con una task force per controllare i servizi, l'arrivo di 35 nuovi mezzi e il "porta a porta" esteso anche a Mondello e Sferracavallo

Si è conclusa nel tardo pomeriggio di oggi la riunione fiume tra le organizzazioni sindacali e la Rap. Nel corso della riunione durata circa 9 ore sono state affrontate tutte le tematiche che avevano dato luogo all’avvio della procedura di "raffreddamento", a partire dai temi della sicurezza e salute dei luoghi di lavoro. Per venerdì mattina è stato programmato un incontro tra le parti sociali e la responsabile della sicurezza e lo staff di Rap per affrontare nel dettaglio tutte le criticità presenti nelle diverse sedi aziendali.

Sulla viabilità stradale dentro la discarica di Bellolampo, l’azienda ha programmato un intervento di asfaltatura da parte del dipartimento di manutenzione strade che sarà effettuato non appena le condizioni meteo lo consentiranno. L’azienda ha comunque comunicato di avere già intrapreso nei confronti della curatela fallimentare, proprietaria degli immobili, una interlocuzione per la messa in sicurezza degli autoparchi. Le organizzazioni sindacali hanno confermato l'intenzione di mantenere inalterati i servizi di Rap. Sui temi della riorganizzazione delle sedi giudiziarie le parti hanno concordato che dal 2 maggio il servizio sarà effettuato in turno continuativo antimeridiano e con una squadra di copertura nel turno pomeridiano.

Per quanto riguarda la riorganizzazione dell’area di Igiene ambientale, l’azienda ha presentato ufficialmente la sua proposta; ha comunicato la creazione di una task force per controllare i servizi, l’arrivo di 35 mezzi da parte della Regione, la fornitura di altri duemila cassonetti da ridistribuire in città e la volontà di allargare il “porta a porta” anche alle borgate marinare di Mondello e Sferracavallo. "Si è affrontato - dicono da Palazzo delle Aquile - l’utilizzo di operatori ecologici nella qualità di autisti e l’azienda si è impegnata nelle more della presentazione e dell’approvazione del relativo regolamento tecnico di procedere all’applicazione di quanto previsto dal Ccnl.

"Infine - spiega il Comune - relativamente alle questioni degli operatori ecologici di primo livello e dei lavoratori a part-time, l’azienda si è impegnata a predisporre documentazione per operare dal punto di vista tecnico e giuridico degli approfondimenti da trasmettere al Socio Unico per le valutazioni e le dovute autorizzazioni". Soddisfazione è stata espressa dal ppresidente della Rap Sergio Marino: "Oggi si è potuto ripristinare un dialogo costruttivo per il bene della città, dell’azienda, di tutti i lavoratori che ha come fine la regolarità del servizio per una città più pulita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rap-sindacati, rientra la crisi: trovata l'intesa dopo 9 ore

PalermoToday è in caricamento