menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, in strada restano 700 tonnellate: ok dell'Arpa ad anticipare i conferimenti in sesta vasca

La Rap accelera per recuperare l'arretrato: gli ultimi dati parlano di 1.200 tonnellate raccolte. Il parere dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale apre le porte ad un'ordinanza del sindaco Orlando per abbancare in deroga 140 mila tonnellate d'immondizia a Bellolampo

La Rap accelera per recuperare l'immondizia ancora rimasta per strada, intanto dall'Arpa arriva parere favorevole ad un'ordinanza del sindaco che anticipi i tempi per il conferimento in deroga di 140 mila tonnellate di rifiuti nella sesta vasca. Non è tutto. Dalla Regione c'è anche l'ok al progetto della settima vasca, preludio all'avvio dell'iter per la gara d'appalto.

Questi gli ultimi aggiornamenti sull'emergenza rifiuti lungo l'asse tra piazzetta Cairoli, sede di Rap, e viale Campania, quartier generale dell'assessorato regionale all'Energia. Ma andiamo con ordine. In città la situazione è meno problematica, ma pur sempre grave: i dati di oggi sulla raccolta parlano di 1.200 tonnellate d'immondizia (di cui quasi 400 di arretrato) portate a Bellolampo. In strada restano così circa 700 tonnellate, che Rap conta di rimuovere "entro l'Immacolata".

A dirlo è il direttore generale Roberto Li Causi, che plaude "all'incessante lavoro dei dipendenti, alle aziende municipalizzate (Amap, Amg e Coime) oltre alla Città metropolitana di Palermo per aver messo a disposizione pale meccaniche e bob cat" e lancia un appello alla collaborazione di tutti i cittadini: "L'abbandono dei rifiuti finisce per vanificare il grande lavoro che in questi giorni stiamo mettendo in campo e, soprattutto, pregiudica una corretta raccolta differenziata".

La fine dell'emergenza è però legata agli spazi in cui conferire l'immondizia, che al momento Rap stocca nei piazzali liberi di Bellolampo ad eccezione di 70 tonnellate giornaliere portate nella discarica di Trapani. Il dipartimento regionale Acque e rifiuti è impegnato a reperire nuovi siti per Palermo e qualche altro Comune della provincia che devono smaltire l'arretrato, il presidente della Rap Giuseppe Norata però rileva che "ad oggi non è arrivata alcuna notizia circa la possibilità di conferimento presso altri impianti". 

Le good news arrivano dall'Agenzia regionale per la protezione ambientale e riguardano la sesta vasca. L'Arpa ha detto sì ad un'ordinanza del sindaco "urgente e contingibile" che, nelle more dell'iter ordinario del progetto di chiusura definitiva e messa in sicurezza della sesta vasca (che dovrebbe concludersi a metà gennaio), possa anticipare i tempi per il conferimento in deroga di 140 mila tonnellate d'immondizia. Ora tocca ad Orlando decidere, non prima che arrivi anche il parere dell'Asp.

La Regione ha pure approvato il progetto per la realizzazione della settima vasca, che potrebbe già andare in gara. Per mandare il dossier all'Urega servirebbero soltanto gli ultimi adempimenti. "Spero vivamente - auspica Li Causi - che la stazione appaltante, ovvero il dipartimento Acque e rufiuti, abbia preparato il bando e il capitolato speciale da trasmettere all'Urega, altrimenti sarebbero necessari altri 15 giorni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento