Rap e Bellolampo, Csa-Cisal: "Situazione al collasso, la politica non fugga"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Mentre la Regione e il comune di Palermo litigano e giocano allo scaricabarile, il capoluogo rischia seriamente di finire sommerso dai rifiuti. La politica abbia un sussulto di responsabilità e non fugga: bisogna trovare immediate soluzioni, evitando che a pagarne il prezzo siano i cittadini e i lavoratori. In Sicilia mancano gli impianti e le istituzioni, anziché programmare e costruirli per tempo, ha sempre rimandato le decisioni lasciandoci nella situazione in cui ci troviamo oggi. Bellolampo potrebbe rappresentare una risorsa e invece oggi sembra sia solo un problema: chiediamo l'immediata convocazione di un tavolo tecnico per trovare soluzioni condivise". Lo dicono il segretario Fiadel Csa Giuseppe Badagliacca e il commissario Cisal Sicilia Nicola Scaglione.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento