Zen, armadi rovesciati e urina nei corridoi: nuovo raid vandalico alla scuola Falcone

I responsabili dell'incursione non avrebbero rubato nulla e si sarebbero "limitati" a mettere tutto a soqquadro. La preside Daniela Lo Verde: "Mi sono dovuta sforzare per trattenere rabbia e dispiacere". Il M5S presenta due interrogazioni

(foto archivio)

E’ passata appena una settimana e i vandali sono tornati a colpire allo Zen. Nuovo raid nella scuola Falcone di via Marchese Nicolò Pensabene dove questa mattina sono intervenuti i carabinieri per effettuare un sopralluogo e chiarire l’entità dei danni. Stando alle prime informazioni i responsabili dell’incursione, ancora da collocare temporalmente visto che la scuola è chiusa, non avrebbero rubato nulla e si sarebbero "limitati" a mettere tutto a soqquadro, buttando a terra armadi e sedie nonché orinando nelle aule. "Dobbiamo ancora verificare se sia stato rubato qualcosa", dice la preside Daniela Lo Verde.

Il ministro Azzolina: "Non ci pieghiamo e presto sarò a Palermo"

"Una continua sfida allo Stato che non può restare impunita. Atti vili che colpiscono i bambini. Tutto ciò è vergognoso", dichiarano gli esponenti del M5S Roberta Alaimo, Valentina D’Orso e Adriano Varrica insieme al sottosegretario Steni Di Piazza. "Due interrogazioni parlamentari indirizzate al ministro dell’interno e l’altra al ministro dell’istruzione - si legge ancora in una nota - sono state depositate proprio per informare i ministri Lamorgese e Azzolina e supportare le scuole siciliane nella pianificazione di azioni di controllo, monitoraggio e sicurezza dei plessi scolastici più a rischio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo scorso 15 giugno la preside Daniela Lo Verde, impegnata nella commissione degli esami di maturità dell’istituto Ascione, era stata avvisata dai suoi collaboratori che avevano trovato corridoi e aule devastate, con escrementi sparsi e materiale didattico distrutto. "Alla notizia - aveva commentato la dirigente scolastica - mi sono dovuta sforzare per trattenere rabbia e dispiacere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • "Cocktail in mano e mascherine al gomito": due pub chiusi per violazione norme anti Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento