Zen, altro raid alla scuola Falcone Il preside: “Ripristinare il custode”

Di notte alcuni teppisti hanno bruciato la centralina elettrica dell'impianto d'allarme dell'istituto. I responsabili ripresi dalle telecamere. Di Fatta: "Bisogna assicurare maggiore sicurezza"

Scuola Falcone nel mirino dei teppisti (foto Archivio)

Ennesimo raid notturno all’istituto comprensivo Giovanni Falcone allo Zen. Alcuni vandali hanno scavalcato il muretto di cinta della scuola ed i cancelli e hanno messo a segno l’ennesimo colpo all’istituzione scolastica. E’ stata bruciata la centralina elettrica dell’impianto d’allarme della scuola elementare. Si tratta del quarto raid dei vandali dall’inizio dell’anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Faccio un appello alle istituzioni ed al Comune – ha dichiarato il preside della scuola Domenico Di Fatta - perché si assicuri maggiore sicurezza alla nostra scuola riprendendo in considerazione l’idea di ripristinare la custodia tramite un apposito addetto come accadeva qui tanti anni fa e come accade anche oggi in altre scuole della città”. Il preside si sta recando ai carabinieri per fare una denuncia a carico di ignoti e ha già chiesto agli addetti del comune di adoperarsi per estrarre le immagini della videosorveglianza nel tentativo di individuare i responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

  • Muore per arresto cardiaco a 21 anni, lutto cittadino a Chiusa Sclafani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento