Venerdì, 12 Luglio 2024
Fuoriprogramma

Ragazzino in gita si sente male in aereo, medico del Palermo interviene: i giocatori tranquillizzano i compagni

E' successo sabato sera prima del decollo da Bologna verso Punta Raisi: uno studente in viaggio d'istruzione insieme alla classe ha avuto un attacco di panico. A prestare le cure anche una dottoressa che si trovava a bordo

Hanno perso sul campo ma hanno vinto a bordo dell'aereo. Sorrisi, sguardi complici, gesti d'affetto: così i giocatori del Palermo, reduci dal ko di Parma, sono stati protagonisti sabato sera di un momento di sincera empatia a bordo dell'aereo Ryanair partito da Bologna e diretto a Punta Raisi. Nel volo di ritorno con loro c'erano anche due classi di scuola media di ritorno da una gita scolastica in Emilia Romagna. Prima del decollo un ragazzino ha avuto un attacco di panico ed è stata avviata la procedura di sbarco e ricovero. Il piccolo alunno è stato soccorso dal medico sociale del Palermo Giuseppe Puleo e da una dottoressa che era tra i passeggeri, che hanno somministrato ossigeno e applicato le manovre previste dal protocollo.

Poi - accompagnato da una delle insegnanti - il ragazzino è sceso dall'aereo e un'ambulanza lo ha portato in ospedale. "A bordo - racconta a PalermoToday il papà di una studentessa - i giocatori si sono dati da fare per tranquillizzare i ragazzi, che erano parecchio agitati sia per le scene a cui avevano assistito sia per il nervosismo dovuto alla lunga attesa. Sono dovuti restare infatti seduti al loro posto per un paio di ore prima che l'aereo potesse decollare. Per loro - che erano già provati dalla stanchezza per i cinque giorni di viaggio - non sono stati momenti facili. Mia figlia era seduta tra il medico sociale e Soleri. Ogni calciatore aveva un bambino accanto: sono stati tutti gentilissimi, hanno intrattenuto i ragazzi, convincendoli che fosse tutto controllo e rassicurato nelle videochiamate fatte ai genitori. Inoltre hanno acquistato bevande e patatine distribuendole ai ragazzi". 

Da Brunori al terzo portiere Grotta - che si è messo a giocare coi ragazzini - ognuno ha dato il suo contributo. Pigliacelli ha poi raccolto un foglio con le firme di tutti i calciatori del Palermo. Infine, gli immancabili selfie a concludere un viaggio che in pochi dimenticheranno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzino in gita si sente male in aereo, medico del Palermo interviene: i giocatori tranquillizzano i compagni
PalermoToday è in caricamento