rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca Arenella-Vergine Maria / Via Cardinale Mariano Rampolla

Tragedia all'Acquasanta, ragazza di 22 anni si lancia dal dodicesimo piano e muore

E' successo intorno alle 13.30 in via Cardinale Rampolla. La giovane si sarebbe intrufolata in un palazzo e avrebbe approffittato del fatto che la porta della terrazza condominiale fosse aperta. Altro episodio in via Leonardo da Vinci: un 74enne si è tolto la vita lasciandosi cadere nel vuoto dal balcone di casa sua

Avrebbe approfittato del fatto che la terrazza condominiale fosse aperta per via dei lavori sul prospetto. Così avrebbe raggiunto l’ultimo piano di un palazzo di via Caridinale Rampolla, all’Acquasanta, per poi gettarsi nel vuoto. Una ragazza di 22 anni è morta oggi, poco dopo le 13, e da quanto ricostruito sembrerebbe trattarsi di un caso di suicidio.

Ad accorgersi della scena sono stati alcuni residenti e lavoratori della zona che hanno subito chiamato il 112 chiedendo l’intervento di un’ambulanza. I sanitari del 118 hanno raggiunto l’edificio ma per la ragazza non c’era più nulla da fare. Sul posto sono arrivate anche le volanti di polizia e pure alcune pattuglie dei carabinieri.

Dalle prime informazioni pare che la ragazza, risultata poi residente altrove, sia in qualche modo riuscita a intrufolarsi nel palazzo. Poi avrebbe raggiunto il dodicesimo piano, avrebbe varcato una porta lasciata aperta a causa dei lavori, e si sarebbe buttata giù dalla terrazza condominiale. Da chiarire cosa abbia spinto la ragazza a compiere il gesto estremo. Il pm ha disposto l'autopsia presso l'Istituto di medicina legale del Policlinico.

L’episodio dell’Acquasanta purtroppo non è l’unico della giornata. Un uomo di 74 anni si suicidato questa mattina lanciandosi giù dal balcone del suo appartamento in via Leonardo Da Vinci. Inutile l’intervento dei soccorritori del 118 e degli agenti di polizia che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Si ricorda che c'è una linea verde sempre attiva alla quale rivolgersi per le richieste di aiuto. E’ “Helpline – Telefono giallo”, progetto per la prevenzione del suicidio realizzato dall’Asp di Palermo in collaborazione con l’Afipres (Associazione Famiglie Italiane Prevenzione Suicidio) Marco Saura. Al numero gratuito 800 011 110 rispondono operatori qualificati e opportunamente formati. Dell’equipe fanno parte psicologi, sociologi, psicoterapeuti e tecnici della riabilitazione psichiatrica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia all'Acquasanta, ragazza di 22 anni si lancia dal dodicesimo piano e muore

PalermoToday è in caricamento