rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Ex militari rispolverano le uniformi, a Palermo il raduno nazionale del 100° corso allievi ufficiali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sono trascorsi 43 anni dal glorioso 100° Corso allievi ufficiali di completamento svoltosi nel secondo semestre del 1980 presso l’allora Scuola di Fanteria di Cesano di Roma. In quei mesi si incontrarono diversi giovani italiani provenienti da tutta la penisola, isole comprese, destinati a diventare Ufficiali di fanteria dell’Esercito Italiano. Alcuni di loro finita la ferma continuarono la carriera militare, altri fecero scelte lavorative diverse. E come sempre accade ci si dimenticò momentaneamente gli uni degli altri. Ma come ben sanno tutti coloro che hanno servito la Patria in divisa il legame verso i propri commilitoni è indissolubile e così con il passare del tempo emergeva di nuovo la voglia di ritrovarsi. Gli anni sono passati, ma la voglia di incontrare quei giovani ufficiali è rimasta e di volta in volta, eccetto per i tre anni della pandemia, si sono dati appuntamento in una località diversa dell’Italia.

Quest’anno si incontreranno insieme alle loro famiglie a Palermo per il Raduno Nazionale che si terra dal 21 al 25 aprile. Un’occasione per rinnovare il loro giuramento all’Italia e al loro Santo Patrono San Giorgio. Giungeranno da Roma per l’importante evento il presidente nazionale dell’Unuci, l'Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, il generale Federico Sepe, e il vicepresidente nazionale, generale Maurizio Quattrini. Per la realizzazione del raduno si ringraziano: il comandante militare dell'Esercito “Sicilia”,gGenerale di divisione Maurizio Angelo Scardino, il comandante della Legione carabinieri “Sicilia”, generale di divisione, Rosario Castello, il sindaco di Palermo Roberto Lagalla, il delegato regionale e presidente della Sezione di Palermo, il maggiore Sergio Palmeri, l’ispettore regionale dell’Associazione nazionale carabinieri, Ezio Buzzi. Si ringrazia inoltre per il gratuito patrocinio Manlio Corselli, presidente dell’Associazione nazionale cavalieri insigniti al merito della Repubblica italiana, Giuseppe Genovese, presidente della sezione di Palermo dell’Associazione nazionale sanità militare ed il tenente Pasquale Trabucco, presidente del Comitato nazionale 4 Novembre, appartenente al 100° Corso Auc, autore del libro, "L’ombra della vittoria, il fante tradito", in cui narra il suo viaggio, compiuto nel 2018, in cammino per l’Italia, da Predoi (Bolzano), fino a Portopalo di Capo Passero (Siracusa) in memoria del centenario della Grande guerra.

"Ognuno di noi nell’arco di questi anni - dichiara il tenente Trabucco - ha ricoperto i più svariati incarichi e professioni, ma è stato unito da un cordone ombelicale che non si è mai staccato e grazie al quale siamo stati sempre pronti ad essere presenti in ogni 'impresa', che volevamo realizzare anche singolarmente, come nel caso del mio viaggio e della mia battaglia per il 4 novembre". La complessa preparazione di questo evento ha richiesto un impegno notevole. Tutta la pianificazione e il coordinamento sono stati condotti da Ufficiali del 100° corso Auc che vivono a Palermo ed operano anche sul tutto il territorio regionale. Ringraziamenti particolari vanno ai tenenti Marco Sferrazza Bisconti, Aldo Accetta, Daniele Bertella e al maggiore Sergio Palmeri, presidente della sezione Unuci di Palermo e delegato nazionale per la Sicilia, per il supporto fornito.

Il programma del raduno prevede: sabato 22 aprile alle 9:30 la deposizione di tre corone d’alloro: una, sul luogo dell’eccidio del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, della moglie Emanuela Setti Carraro e dell’agente scelto della Polizia di Stato, Domenico Russo sito in Via Isidoro Carini, Palermo; a seconda, alle 10.30 al monumento ai Caduti civili e militari di tutte le missioni di Pace all’estero sito a Villa Bonanno; alle 11:30 la terza deposizione avverrà al Comando carabinieri “Sicilia” in ricordo degli allievi ufficiali che si sono avvicendati al 12° battaglione carabinieri “Sicilia”, ora reggimento, con esibizione della Fanfara. Seguirà la visita alle chiese Santa Maria Maddalena, San Giacomo dei Militari e la Sala della Memoria. Domenica 23 aprile alle 9:30 è prevista la deposizione di una corona d’alloro all’Altare della Patria di Palermo di piazza Vittorio Veneto, alla presenza del presidente nazionale Unuci, il generale di brigata Federico Sepe e del vicepresidente, il generale di brigata paracadutista Maurizio Quattrini. Saranno presenti le associazioni combattentistiche e d'arma. Alle 11:30 si terrà la celebrazione eucaristica presieduta da monsignore Salvatore Grimaldi presso la Basilica Costantiniana della Magione.

Si rende noto che, ricorrendo in tale giorno la festività di san Giorgio Martire, patrono dell’Arma di cavalleria e degli ufficiali, alla celebrazione saranno presenti i rappresentanti del Reggimento Lancieri d’Aosta (6°) e i rappresentanti del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio. Interverrà, altresì, la Corale San Sebastiano del Corpo della polizia municipale. Lunedi 24 aprile alle 9:30 è prevista la deposizione di una corona d’alloro in memoria dei magistrati Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e degli gli uomini di scorta presso piazza XIII Vittime, Palermo; alle 11:00 ci sarà la presentazione del libro "L’ombra della vittoria, Il fante tradito" del tenente Pasquale Trabucco, che racconterà il suo viaggio a piedi per l’Italia e la sua, nonché quella dei colleghi, battaglia presso la Sala Petrucci di Palazzo Ziino, sede dell’assessorato alla Cultura del Comune di Palermo, sito in via Dante 53. Interverranno Manlio Corselli, presidente dell'Associazione nazionale insigniti dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana, sezione di Palermo, e l’assessore alla Cultura, Pietro Cannella. Modererà l’avvocato Alessandra Bisconti. Alle 15 si concluderà il raduno con la visita presso il polo museale dell’Esercito all’interno della caserma Ruggero Settimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex militari rispolverano le uniformi, a Palermo il raduno nazionale del 100° corso allievi ufficiali

PalermoToday è in caricamento