Cronaca Cefalù

Raddoppio ferroviario, riparte il cantiere della Cefalù-Castelbuono: Musumeci al taglio del nastro 

L’infrastruttura collegherà i due Comuni con l'aeroporto di Palermo connettendosi a Termini Imerese e al passante Notarbartolo-Punta Raisi. I lavori saranno realizzati dalla Toto costruzioni. L'accordo raggiunto tra la Regione e Rfi sblocca una commessa da oltre 450 milioni di euro

Riparte domani il cantiere del raddoppio ferroviario della tratta Cefalù Ogliastrillo-Castelbuono, fermo da cinque anni. Al taglio del nastro, previsto alle 11.30, saranno presenti il presidente della Regione Nello Musumeci, l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, l’amministratore delegato e direttore generale di Rete ferroviaria italiana Maurizio Gentile, il presidente e amministratore delegato della Toto costruzioni Alfonso Toto.

Gli edili disoccupati saranno impiegati nel cantiere del raddoppio ferroviario

L’infrastruttura darà vita a un collegamento veloce fra Cefalù, meta turistica di primo piano dell'Isola, e l'aeroporto di Palermo. La nuova linea va infatti a connettersi a Termini Imerese e al nodo passante Notarbartolo-Punta Raisi, già riattivato dal Governo regionale. "L'accordo raggiunto nelle scorse settimane a Roma - fanno sapere dalla Presidenza della Regione - sblocca una commessa da oltre 450 milioni di euro". 

I lavori partiranno dall'area di cantiere Malpertugio che si trova a 300 metri dall'incrocio della Statale 113 con la Statale 286.



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raddoppio ferroviario, riparte il cantiere della Cefalù-Castelbuono: Musumeci al taglio del nastro 

PalermoToday è in caricamento