Parte da Palermo la raccolta fondi per progetto umanitario in Tanzania

L'iniziativa è stata lanciata attraverso Facebook dal governatore eletto del Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta per l’anno 2020/21, Alfio Di Costa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Parte da Palermo, capitale dell’integrazione e dell’accoglienza, la campagna di raccolta fondi destinata alla realizzazione di un progetto umanitario in Tanzania e, nello specifico, nella Missione di Ilula. A farsene autorevole protagonista l’ingegnere Alfio Di Costa il cui nome è legato, ormai da decenni, a questo spasmodico amore per la Sicilia, la sua ricchezza culturale, artistica, ambientale, paesaggistica, umana, ma anche al Rotary, dal momento che solo cinque mesi lo separano dall’inizio del suo anno rotariano, il 2020-2021, da Governatore del Distretto 2110.

Nella sua breve premessa Alfio Di Costa ha affermato che "è mia intenzione nella mia qualità di Governatore Eletto del Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta per l’anno 2020/21 di realizzare un progetto umanitario a favore della Missione di 'Ilula' in Tanzania per la realizzazione di una scuola per bambini orfani e disabili e parco giochi, acquisto di un pulmino per il trasporto alunni disabili oltre piccole donazioni per permettere di comprare il necessario per la frequenza". E continua Alfio Di Costa: "Il progetto comprenderà l'acquisto di strumenti per interventi di cataratta e piccoli interventi oftalmologici che saranno eseguiti in loco da medici oculisti che si recheranno presso la missione, oltre uno screening di controllo oculistico con successivo acquisto di occhiali".

Nella missione di Ilula opera un sacerdote della diocesi di Nicosia, padre Filippo Mammano, molto apprezzato e amato per la sua sincerità caritatevole e per le innumerevoli opere delle quali si è reso artefice. Questo gesto di sincera umanità rotariana, che vede protagonista il prof. Alfio Di Costa è un’ulteriore testimonianza, se mai ve ne fosse bisogno, dell’attenzione che il Rotary ha per gli ultimi, vicini o lontani che essi siano.

Per contribuire cliccare qui 

Torna su
PalermoToday è in caricamento