Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Ha una rara malattia e la sua azienda è fallita: dopo il trapianto lancia raccolta fondi

A 37 anni ha ricevuto un nuovo midollo osseo, ma la battaglia contro la mielofibrosi è ancora lunga e richiede cure costose. Per cercare di guadagnare qualcosa il marito è tornato nel suo paese di origine. L'appello di Nina Chiaramonte: "Aiutatemi a ripartire, a riunire la mia famiglia"

Le è stata diagnosticata una malattia rara per cui ha dovuto già subire un trapianto di midollo osseo. Ora Nina, mamma palermitana di 37 anni, deve sostenere ingenti spese mediche per continuare la sua battaglia contro la mielofibrosi e ha bisogno di aiuto. Per questo ha lanciato su GoFundMe la raccolta fondi solidale “Aiuta Nina a ripartire dopo il trapianto”.

“A 19 anni - scrive Antonina Chiaramonte su GoFundMe - mi è stata diagnosticata la trombocitemia essenziale, tre anni dopo però, la malattia è mutata in mielofibrosi ed è stato necessario anche un trapianto di midollo osseo. Ho sempre lavorato finché ne ho avuto le forze, ma ora tutti i soldi messi da parte sono stati necessari a sostenere le cure”. Se questo non bastasse è arrivata anche la pandemia a rendere ancora più difficile la situazione economia della sua famiglia.“A causa della pandemia il mio compagno - spiega Nina - ha dovuto dichiarare il fallimento dell’azienda che avevamo fondato con tanta passione. E così - continua la donna - io sono rimasta in Italia e lui è tornato nel suo paese di origine col nostro primogenito per cercare di guadagnare abbastanza per mantenere la nostra famiglia. Ma non ce la facciamo. I miei genitori mi ospitano e mantengono, ma le cure mediche sono costosissime e la pensione d’invalidità che adesso percepisco non basta".

Il link per chi volesse fare una donazione

In sei giorni sono stati già donati oltre 6 mila euro. L'appello disperato della trentasettenne: "Aiutatemi a ripartire, a riunire la mia famiglia. Ogni piccolo gesto è molto importante per me! Grazie mille!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha una rara malattia e la sua azienda è fallita: dopo il trapianto lancia raccolta fondi

PalermoToday è in caricamento