rotate-mobile
Cronaca Piazza Sett'Angeli

Convitto nazionale Giovanni Falcone, c'è l'accordo con la Rap: al via la differenziata

Il rettore Cettina Giannino e l’Amministratore unico Girolamo Caruso hanno firmato la convenzione. Già consegnati una ventina di bidoni carrellati di colore diverso, con capacità di 360 litri, e 25 contenitori salva carta per effettuare il corretto conferimento delle frazioni da differenziare

Al via da lunedì prossimo la differenziata all'interno del Convitto nazionale Giovanni Falcone di piazza Sett’Angeli. Questa mattina il rettore Cettina Giannino e l’Amministratore unico di Rap Girolamo Caruso hanno firmato l’accordo operativo con il quale si impegnano ad attuare la raccolta di carta, cartone, vetro, plastica-metallo e organico all'interno della scuola che conta 800 studenti e 150 dipendenti. Già consegnate le attrezzature per un corretto conferimento delle frazioni da differenziare: una ventina di bidoni carrellati di colore diverso, con capacità di 360 litri, nonché 25 contenitori salva carta.

Dopo la richiesta degli alunni, Caruso d’accordo con il sindaco Orlando non ha voluto lasciare inascoltata la lettera inviata un anno fa all’amministrazione comunale e alla stessa azienda, nella quale si chiedevano iniziative all’insegna della sostenibilità ambientale. “Proseguono gli incontri con il territorio - spiega l’Amministratore Unico della Rap - per sensibilizzare i palermitani a un corretto conferimento dei rifiuti nel rispetto dell’ambiente e del decoro urbano. Oggi è la volta dei giovani che sono le culle della popolazione palermitana del domani". 

“Finalmente - commenta il rettore Cettina Giannino – abbiamo oggi raggiunto un obiettivo. Qualche settimana fa abbiamo inviato un'altra lettera aperta al sindaco dove gli studenti del Convitto chiedono fermamente di porre fine a rifiuti non ritirati come raccolta differenziata considerato che la scuola da un anno fa progetti sulla salvaguardia dell’ambiente. È una giornata importante, non più cumuli di rifiuti nei nostri cortili, si fa una differenziata seria. Questo importante accordo siglato oggi - continua Giannino - ci permette di guardare avanti, non ci aspettavamo che subito dopo un incontro con i funzionari della Rap si potesse già partire con la differenziata, pensavamo di essere stati abbandonati. Ci candidiamo ad essere apripista per il comprensorio, per mettere insieme le scuole del centro storico affinché possano vantare di altrettanti servizi da parte della Rap. La differenziata oramai è il futuro. Non possiamo pensare alle grandi rivoluzioni sull’ambiente e insegnare cittadinanza attiva agli studenti se le istituzioni non dimostrano che il dialogo è possibile e le soluzioni sono attuabili partendo dal nostro territorio. Le istituzioni devono essere tutte impegnate in una battaglia di civiltà. Ringrazio l’Amministratore Caruso, il funzionario Oddo per la sensibilità mostrata ma soprattutto il sindaco Orlando per il suo intervento e la sua sensibilità”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convitto nazionale Giovanni Falcone, c'è l'accordo con la Rap: al via la differenziata

PalermoToday è in caricamento