Oltre 400 querele ogni anno in Sicilia: (ri)apre lo sportello legale gratuito per i giornalisti

L'Ordine ripristina il servizio istituito nel 2014 e poi interrotto. A fornire consulenze e assistenza gli avvocati Marcello Montalbano e Salvatore Ferrara. Il presidente Giulio Francese: "Abbiamo voluto accogliere il grido di allarme di molti colleghi stufi di essere bersagliati"

La sede dell'Odg Sicilia

Troppe querele per i giornalisti: oltre 400 ogni anno in Sicilia, secondo gli ultimi dati di Ossigeno per l'informazione. L'87 per cento delle querele, inoltre, si concluderebbe con il proscioglimento dopo processi che durano anni e che sfiancano, psicologicamente e finanziariamente chi li subisce. Per questa ragione l'Ordine dei giornalisti di Sicilia ha deciso di aprire, ripristinando un'analoga iniziativa del 2014, uno sportello legale gratuito per i colleghi che si dovessero trovare alle prese con querele o richieste di risarcimento civile. 

L'Ordine si avvarrà della collaborazione di due esperti in materia, gli avvocati Marcello Montalbano e Salvatore Ferrara, che forniranno attività di consulenza e assistenza. "Li ringraziamo sentitamente - dice il presidente dell'Odg Sicilia, Giulio Francese - per avere accettato di mettere al servizio dei colleghi la propria competenza".

Per contattare lo sportello-querele dell'Ordine, basterà telefonare dalle 15 alle 17 del primo martedì e del terzo giovedì del mese al numero 091/7745914. La segnalazione verrà smistata ai legali che contatteranno gli interessati. "Abbiamo voluto accogliere - conclude il presidente dell'Ordine - il grido di allarme di molti colleghi stufi di essere bersagliati da querele temerarie e richieste di risarcimento che sono diventati strumenti di intimidazione di massa, come dimostra l'alto numero di proscioglimenti. In ogni caso le querele, quando arrivano, ti tolgono il sonno e ti costringono a spendere molti soldi per poterti difendere. Soldi che tante volte i colleghi non hanno, perché precari o pagati quattro soldi ad articolo. Non potevamo ignorare questa richiesta di aiuto, specialmente in un momento così difficile per la categoria, un momento in cui siamo chiamati a  dare segnali di compattezza e di solidarietà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

  • Incidente a Boccadifalco, schianto tra 2 auto: tre feriti, uno è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento