Quattro anni senza Pina Maisano Grassi: "Il suo è stato un impegno indomito per la legalità"

Con queste parole il sindaco Leoluca Orlando ha voluto ricordare la moglie di Libero Grassi, l'imprenditore ucciso dalla mafia perché aveva osato ribellarsi al pizzo. "Soprattutto per i giovani, è stata un esempio di cittadinanza attiva e democratica"

Pina Maisano Grassi

Quattro anni fa moriva Pina Maisano Grassi, moglie di Libero Grassi, l'imprenditore ucciso dalla mafia perché aveva osato ribellarsi al pizzo.

Così il sindaco Leoluca Orlando l'ha voluta ricordare: "A quattro anni dalla scomparsa di Pina Grassi, desidero ricordare il suo impegno indomito per la legalità, per la cultura della legalità e per la cittadinanza attiva e democratica. Soprattutto fra i giovani e per i giovani, Pina ha speso la sua vita non solo a ricordare il marito e il suo impegno, ma soprattutto a ricordare a tutti l'inscindibile legame fra legalità e libertà, fra legalità e diritti. Un ricordo che è stimolo e impegno a proseguire su quella strada di memoria attiva".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento