Pulmini incendiati a Partinico, l'Ars mantiene la promessa: 35 mila euro per nuovi mezzi

A dicembre due bus di proprietà del Comune e destinati al trasporto dei disabili erano stati dati alle fiamme e il presidente Miccichè aveva garantito un aiuto. L'ex assessore alle Politiche sociali Rosi Pennino: "Ora la palla passa al Comune"

I mezzi incendiati a Partinico

Via libera del Consiglio di presidenza dell’Ars ai fondi, 35 mila euro, destinati al Comune di Partinico per l’acquisto di un pulmino per il trasporto degli alunni disabili dopo l’incendio di due bus di proprietà dall'amministrazione cittadina del 28 dicembre scorso. Finora, il servizio di trasporto è stato garantito dalla Croce Rossa, che ha permesso agli studenti di continuare a frequentare le lezioni.

"Il Consiglio di Presidenza ha mantenuto l’impegno che aveva assunto dopo il vile gesto – ha detto l’ex assessore alle Politiche sociali di Partinico, Rosi Pennino -. Ora la palla passa al Comune che, pur nella gestione commissariale, dovrà provvedere all’acquisto di un nuovo pulmino. Grazie al contributo dell’Assemblea regionale siciliana, i disabili, al rientro dalle vacanze, potranno tornare tranquillamente a scuola".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento