Accordo tra ministero e avvocati, la sospensione della prof Dall'Aria sarà annullata

"Abbiamo individuato una soluzione percorribile giuridicamente e che eviterà il ricorso al Tribunale del Lavoro". A parlare i legali della docente del Vittorio Emanuele III che presto potrà dimenticare questo capitolo della sua carriera professionale

La professoressa Dall'Aria

Presto la sospensione della prof Rosa Maria Dall’Aria potrà diventare solo un brutto ricordo che non lascerà alcuna "macchia" sulla sua carriera. I dirigenti del ministero dell’Istruzione e i legali della docente del Vittorio Emanuele III avrebbero individuato una "via d’uscita": un documento da firmare presso l'Ufficio provinciale del lavoro che dichiari illegittimo il provvedimento e che ne annulli tutte le conseguenze.

La professoressa Dall’Aria era stata sospesa su decisione del provveditorato che le ha contestato l’omesso controllo su un lavoro di gruppo eseguito dai suoi studenti, che avevano realizzato un’analisi confrontando le leggi razziali del fascismo e il Decreto sicurezza dell’attuale governo. L’episodio ha sollevato un polverone che in poco tempo è rimbalzato in tutta Italia.

"Accolta dai miei alunni con 15 rose" | VIDEO

L’insegnante, ormai tornata dopo la pausa forzata durata due settimane, ha incontrato il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e il ministro dell’Interno Matteo Salvini che, a margine della commemorazione per la strage di Capaci, l'hanno rassicurata sul futuro della vicenda. “Si sta lavorando tecnicamente - ha detto il titolare del Viminale - come è il mio compito, perché tutto torni a posto".

"Abbiamo individuato una soluzione percorribile giuridicamente e che eviterà il ricorso al Tribunale del Lavoro. Bisogna ancora definire i dettagli del verbale - spiega all'agenzia Dire Alessandro Luna, legale dell'insegnante - che sarà firmato da entrambe le parti e individuare la figura più adatta alla sottoscrizione, ma si tratterà di un atto formale che dovrà dichiarare illegittima la sospensione e che annullerà le conseguenze della stessa".

"Aspetto con fiducia l'atto formale - ha dichiarato la docente - che porrà definitivamente la parola fine a questa vicenda. Oggi sono certamente più serena, ma per archiviare tutto è necessario quell'atto che, non ho motivo per dubitarne, sono certa arriverà a breve e mi libererà finalmente da questo cruccio. Ho massima fiducia nel ministro, ma per usare una metafora è come durante un'interrogazione a scuola: mentre è in corso sai già come sta andando, ma il termine arriva solo con la valutazione finale".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento