menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ritirare l'accordo stipulato col Miur", studenti in protesta da McDonald's

Decine di studenti del liceo Scientifico Albert Einstein si sono diretti alla stazione Notarbartolo per chiedere il ritiro immediato del recente accordo fra Ministero dell'Istruzione e la multinazionale

Questa mattina circa 300 studenti del liceo Scientifico Albert Einstein si sono diretti al McDonald’s della stazione Notarbartolo per chiedere il ritiro immediato del recente accordo fra Ministero dell’Istruzione e le grandi multinazionali riguardante l’alternanza scuola-lavoro. "Decine di migliaia di studenti infatti - si legge in una nota - verranno mandati a lavorare gratis in aziende quali Eni, General Electric o, appunto, McDonald’s, che ospita il maggior numero di studenti in stage non retribuiti: si parla di diecimila studenti in alternanza, su ventimila dipendenti McDonald’s in Italia".

"E’ ormai evidente che l’alternanza scuola-lavoro non sia utile alla formazione degli studenti - dichiara Marco Pellerito, rappresentante d’istituto dell’Einstein e responsabile locale del Fronte della Gioventù Comunista - ma alle tasche di Confindustria, dei padroni, che possono contare su manodopera gratuita in un momento di profonda crisi nazionale. E’ inaccettabile che si faccia profitto sulle spalle degli studenti con il pretesto della formazione. Cosa c’è di formativo nello star dietro a un bancone? E i ventimila lavoratori del McDonald’s manterranno il posto, ora che l’azienda può contare su forza-lavoro gratuita? La piazza del 17 ha lanciato un segnale forte, ha fatto capire che gli studenti non ci stanno. Noi ci siamo mobilitati stamattina e continueremo a mobilitarci per dire 'no' a questo accordo criminale, per un’alternanza che sia realmente formativa, retribuita e non un semplice pretesto per riempire i portafogli dei padroni". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento