Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | A rischio la stabilizzazione dei precari dell'Asp, scatta la protesta: "Discriminati perché senza figli"

Al centro dell'assemblea in piazza Ziino - davanti all'assessorato alla Salute - la vertenza degli ex Lsu e dei contrattisti, in stato di agitazione in vista della scadenza della legge che consente la loro assunzione

 

"Stabilmente precari da quasi 20 anni e discriminati perché senza figli". Sono le parole amare dei 300 lavoratori precari della sanità che questa mattina si sono riuniti in assemblea in piazza Ottavio Ziino, davanti all'assessorato regionale alla Salute, per avere risposte sulla vertenza degli ex Lsu e dei contrattisti, in stato di agitazione in vista della scadenza della legge che consente la loro stabilizzazione.

Chiedono ascolto e tutele. Nel 2020 infatti è consentita l'assunzione diretta dei lavoratori, anche in soprannumero rispetto alla dotazione organica, per le regioni che hanno allocato le risorse. Una deroga possibile grazie alla legge Madia. "Un’opportunità non colta dall’Asp che invece - raccontano dal sindacato Fials - nonostante il divieto di creare nuovo lavoro flessibile, continua ad assumere nuovi precari operatori Ced, da tutta la Sicilia e senza scorrere tutte le graduatorie ancora vigenti". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento