Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Politeama / Via Cavour

"Carenza di personale e aggressioni in aumento": sit in della polizia penitenziaria davanti alla prefettura

La protesta è stata organizzata da Fns Cisl Sicilia, Fp Cgil, Uilpa Uil e Sappe regionali. I sindacati chiedono un piano straordinario di assunzioni e la revisione organizzativa del settore

Sit in della polizia penitenziaria stamattina davanti alla prefettura, in via Cavour. La protesta, organizzata da Fns Cisl Sicilia, Fp Cgil, Uilpa Uil e Sappe regionali, ha lo scopo di denunciare "i mille, sfibranti problemi contro i quali i lavoratori si ritrovano a dover lottare ogni giorno nei 23 istituti di pena della Sicilia". Primo fra tutti la carenza di personale. Secondo i sindacati il personale preposto alle attività di custodia, in tutta la Sicilia, sconta una carenza di un migliaio di unità.

"Per di più - spiega Mimmo Ballotta, segretario della Fns Cisl Sicilia - l'età media dei lavoratori delle carceri nella Regione è di ben 53 anni. Così, a ritrovarsi immerso in situazioni di estrema precarietà, senza alcuna tutela effettiva, con pochi mezzi e abnormi carichi di lavoro è personale molto avanti negli anni il quale non di rado è anche sottoposto a violazione dei diritti sindacali minimi in una condizione che registra l'aumento vertiginoso di aggressioni e ferimenti". A questo si aggiunge l'annoso problema del sovraffollamento delle carceri e una specificità tutta siciliana. "Il personale che opera in Sicilia - continua Ballotta - presta servizio in un contesto ambientale non facile per le pressioni della malavita organizzata e deve fare i conti con strutture spesso fatiscenti e vetuste".

Per i sindacati servirebbe un piano straordinario di assunzioni assieme alla revisione dell'assetto organizzativo del settore. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Carenza di personale e aggressioni in aumento": sit in della polizia penitenziaria davanti alla prefettura

PalermoToday è in caricamento