Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Libertà / Via Enrico Albanese

Carcere Ucciardone, agenti penitenziari pronti a incrociare le braccia: "Così non si può lavorare"

Alla luce delle interruzione delle trattative tutte le sigle sindacali hanno annunciato una giornata di protesta, in programma per il 10 maggio, con l'astensione del personale dalla mensa. Diverse le criticità denunciate: carenza di personale, difficoltà di gestione dei detenuti psichiatrici o comunque "problematici"

Gli agenti di polizia penitenziaria dell’Ucciardone pronti a incrociare le braccia per denunciare “la gravissima carenza di personale”. A comunicarlo sono i sindacati Sappe, Osapp, Uil Pa, Ussp, Fns Cisl e Cgil che, ribadendo lo stato di agitazione nato dopo l’interruzione delle trattative, hanno annunciato una giornata di astensione dalla mensa per mercoledì prossimo. A giugno di due anni fa le organizzazioni sindacali avevano manifestato dopo alcuni episodi di violenza. "Serve più personale", gridavano davanti all'ingresso del carcere di via Enrico Albanese.

Alla luce delle condizioni di difficoltà vissute all’interno dell’istituto penitenziario erano stati inviati rinforzi. Secondo i sindacati, però, "con l’integrazione di sole 10 unità - si legge in una nota - non si riesce a sviluppare il servizio e l’eventuale piano estivo". Diversi i temi sollevati come "il sempre più gravoso - proseguono - carico di lavoro del personale, la complicatissima gestione dei detenuti con problemi psichiatrici, le continue aggressioni, la sovrapposizione dei servizi d’istituto a scapito della sicurezza, l’assenza di linee guida per la gestione di detenuti problematici".

E ancora: "Il trasferimento presso altre sedi di poliziotti senza che ve ne sia stata sostituzione, la carenza di circa 140 unità tra personale mancante da pianta organica prevista e distaccati a vario titolo. Chiediamo la chiusura del Reparto nona Sezione poiché fuori norma e che necessita di interventi generali. L’astensione dalla mensa di servizio rappresenta il primo grado di protesta che queste organizzazioni sindacali porranno in essere riservandosi di manifestare il malcontento dei poliziotti in tutta la Regione con analoghe e differenti proteste condivise".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere Ucciardone, agenti penitenziari pronti a incrociare le braccia: "Così non si può lavorare"
PalermoToday è in caricamento