Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Termini Imerese

Termini, operai Blutec in presidio permanente: “Vogliamo un lavoro, non la Cig”

Il ministero dello Sviluppo economico, il 5 febbraio scorso, avrebbe dovuto pronunciarsi sul progetto di riconversione industriale per l'ex fabbrica Fiat e individuare una soluzione occupazionale per gli oltre 635 operai in cassa integrazione da oltre 10 anni, ma la crisi di governo ha rallentato tutto 

I lavoratori della Blutec in presidio permanente davanti allo stabilimento di Termini Imerese. Il ministero dello Sviluppo economico, il 5 febbraio scorso, avrebbe dovuto pronunciarsi sul progetto di riconversione industriale per l'ex fabbrica Fiat e individuare una soluzione occupazionale per gli oltre 635 operai in cassa integrazione da oltre 10 anni, ma la crisi di governo ha rallentato tutto. Vito La Mattina, operaio Blutec, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Cosa succede in città”, condotta da Emanuela Valente su Radio Cusano Campus.

“Chiediamo la convocazione urgente al Mise – ha affermato La Mattina -. Finchè non ci riceveranno resteremo qui davanti allo stabilimento con le tende. Siamo totalmente abbandonati, scoraggiati e delusi. Vogliamo che trovino una soluzione di prospettiva per noi, una soluzione di lavoro, non di cassa integrazione. Qualunque sia l’opportunità, vogliamo un futuro migliore, continuare con la cig significa morire di fame. La cig poi scade a giugno e temiamo che poi possa arrivare il licenziamento. Oggi eravamo 250, non tanti come speravamo. Ci aspettavamo che venisse qualche politico ad assistere alla nostra assemblea, invece non è venuto nessuno, a parte il sindaco di Termini. Andremo a manifestare anche davanti alla Regione Sicilia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termini, operai Blutec in presidio permanente: “Vogliamo un lavoro, non la Cig”

PalermoToday è in caricamento