In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

La manifestazione pacifica che era stata organizzata dagli esercenti per esprimere il proprio dissenso nei confronti del provvedimento del governo si è trasformata in uno scontro con lanci di fumogeni e bombe carta. Orlando: "Il Governo non può ignorare le conseguenze sociali ed economiche di questi provvedimenti"

Guerriglia ai Quattro Canti

Scontri in centro tra forze dell'ordine e manifestanti scesi in strada a protestare contro le chiusure imposte dal Dpcm come misure di contrasto al contagio da Covid-19. Teatro degli scontri i Quattro Canti, in pieno centro storico: qui la manifestazione pacifica che era stata organizzata dagli esercenti per esprimere il proprio dissenso nei confronti del provvedimento del governo si è trasformata in uno scontro con lanci di fumogeni e bombe carta da parte di esponenti dei centri sociali che si erano infiltrati nella manifestazione.

La polizia, in assetto antisommossa, ha eseguito alcune cariche in risposta, fermando due persone. Un operatore che lavora per Mediaset è stato colpito da un fumogeno. Non ha riportato gravi conseguenze ma è stato portato in ospedale in ambulanza.

Scontri e bombe carta in centro | Video

E oggi pomeriggio un'altra manifestazione è stata organizzata invece dal mondo dell'estrema destra che si è riunito davanti a Palazzo d'Orleans. Si tratta di un'iniziativa organizzata da Forza Nuova che ha chiamato a raccolta le associazioni di varie commercianti come i titolari di palestre e luna park: circa 150 persone si sono radunate dalle 16 e hanno dato vita alla protesta al grido di "Libertà e lavoro". Una manifestazione pacifica ma con toni molto duri. E' stata minacciata la disobbedienza civile se non arriveranno misure più morbide rispetto a quelle che sono state decise nei giorni scorsi. Un piccolo gruppo è stato poi ricevuto alla Regione e ha ricevuto parziali rassicurazioni. La situazione in serata è tornata alla normalità.

Sulla vicenda è poi intervenuto il sindaco Leoluca Orlando: "Oggi alcuni gruppuscoli isolati che ricorrono ad inaccettabili atti di violenza hanno confermato il senso di responsabilità e la civiltà dei tanti che pur colpiti da una gravissima crisi sanitaria ed economica stanno legittimamente protestando in modo civile. Nel dare la mia piena solidarietà alle forze di polizia impegnate, ribadisco che occorre dare risposte a chi sta subendo tale crisi, con adeguati e immediati interventi del Governo nazionale e della Regione, che non possono ignorare le conseguenze sociali ed economiche di provvedimenti, pur necessari, per contrastare una mortale pandemia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento