Protesta allo "scaro", ingresso bloccato: tir invadono via Montepellegrino

La strada è stata chiusa dai vigili urbani, sul posto anche la polizia. Una parte dei commercianti è contraria al ripristino del vecchio orario d'ingresso, alle 3 del mattino piuttosto che alle 23. Disagi al traffico in tutta la zona

Caos questa mattina in via Montepellegrino, dove è stato bloccato l'ingresso del mercato ortofrutticolo. A protestare alcuni commercianti che sono contrari al ripristino del nuovo orario di ingresso al mercato, alle 3 mattino piuttosto che alle 23. Ripercussioni al traffico in tutta la zona. La via Montepellegrino è stata chiusa: le pattuglie dei vigili urbani hanno bloccato la strada sia da piazza Generale Cascino, che da piazza Giachery. I Tir sono incolonnati anche in via Crispi. Sul posto pure la polizia.

La protesta è rientrata dopo qualche ora e i tir sono entrati al mercato. Le attività sono riprese grazie alla promessa di ridiscutere i nuovi orari. "La commissione Attività produttive - afferma il presidente Paolo Caracausi (Idv) - ha accolto la richiesta affinchè il mercato torni al vecchio orario, cioè alle 3 del mattino. In questo modo è possibile applicare più controlli sulla merce che entra dentro al mercato e si garantisce una maggiore regolarità delle contrattazioni". 

“La protesta di oggi al mercato Ortofrutticolo di via Montepellegrino a Palermo, con i tir che bloccano la circolazione, è l’ennesima prova che il mercato deve essere spostato in luogo più idoneo, sia logisticamente che commercialmente. Una struttura tra l'altro neanche a norma e senza addirittura un impianto fognario che sconta anni di abbandono e violazioni delle regole elementari, tra le quali i controlli delle attività e dei flussi dei veicoli, che si ripercuotono pesantemente sulla vivibilità e sulla pulizia della zona, a scapito dei residenti e dei commercianti. Nonostante gli sforzi della Rap, lodevoli ma isolati, non si vedono grandi cambiamenti. L’amministrazione si impegni a cercare i fondi per lo spostamento del mercato che è prioritario, tanto quanto una linea di tram. Lo spazio attuale può essere convertito a zona verde o a spazi pubblici da destinare al quartiere”. Lo dice Filippo Occhipinti, capogruppo dei Comitati Civici al consiglio comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

  • Soccorsa in strada a Ballarò, donna di 30 anni muore prima dell'arrivo in ospedale

Torna su
PalermoToday è in caricamento