rotate-mobile
Cronaca

Nuova protesta delle maestranze del Teatro Massimo: al concerto d'apertura della stagione estiva in abiti civili

E' questo il modo scelto dai sindacati per manifestare il proprio dissenso nei confronti della scelta della direzione di tagliare la forza lavoro: chiedono la conversione del rapporto di lavoro per i 42 precari rimasti fuori dal processo di stabilizzazione

In scena ma in abiti civili per protesta. Stasera, le maestranze della Fondazione Teatro Massimo, parteciperanno così al concerto di apertura della stagione estiva, diretto da Omer Meir Wellber, in programma al Verdura, alle 21.15. 

Si tratta di una scelta che i quattro sindacati, Slc Cgil–Palermo, Fistel–Cisl Palermo, Uilcom–Palermo e Fials- Palermo, hanno preso insieme per manifestare il proprio dissenso nei confronti della direzione del teatro che ha deciso di operare una riduzione della forza lavoro che attualmente conta 380 unità, passando ad una dotazione organica di 338 unità. I lavoratori della Fondazione e i sindacati che li rappresentano continuano a chiedere risposte sulle stabilizzazioni dei dipendenti della Fondazione, in seguito alla proclamazione dello stato di agitazioneper il mancato accordo

I sindacati chiedono la conversione del rapporto di lavoro per i 42 precari rimasti fuori dal processo di stabilizzazione che – secondo quanto approvato dal CdI – interesserebbe solo 105 unità, giungendo così come auspicato dalle parti sociali alle 380 unità attualmente in forza alla Fondazione.

Con le stesse motivazioni, lo scorso 24 giugno, i sindacati hanno messo in scena un sit in, dalle 17 alle 20, davanti al Teatro Massimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova protesta delle maestranze del Teatro Massimo: al concerto d'apertura della stagione estiva in abiti civili

PalermoToday è in caricamento