rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Chiedono la stabilizzazione e l'integrazione dell'orario di lavoro: presidio dei lavoratori Asu davanti all'Ars

Il sit in è stato convocato da Fp Cgil, Cisl Fp e Uiltemp. La Corte costituzionale ha impugnato la norma della legge regionale 9/2021 che avviava le assunzioni e ora nella legge di bilancio della Regione sono pure sparite le somme destinate a mettere fine al precariato

Sit in oggi davanti alla sede dell'Assemblea regionale siciliana dei lavoratori Asu per rivendicare, nella prossima finanziaria, la propria stabilizzazione e l'integrazione dell'orario di lavoro attualmente fermo a 20 ore settimanali a fronte di un sussidio di 590 euro mensili. Al presidio, convocato da Fp Cgil, Cisl Fp e Uiltemp, hanno partecipato delegazioni provenienti da tutte le province siciliane, ricevute dai parlamentari di opposizione.

"Abbiamo rappresentato - dicono i segretari generali delle tre organizzazioni, Gaetano Agliozzo, Paolo Montera e Danilo Borrelli - le varie questioni che riguardano il bacino degli Asu, dall'adeguamento delle norme al contesto nazionale alla storicizzazione delle risorse, dall'eliminazione dei vincoli che bloccano le assunzioni negli enti locali agli incentivi per quanti sono interessati alla fuoriuscita dal bacino".  "Le deputazioni hanno assicurato sostegno alla vertenza - spiegano i tre sindacalisti - riprogrammando in tempi brevi un nuovo incontro e impegnandosi a trasferire al Governo nazionale i termini della vertenza. Le organizzazioni sindacali si sono impegnate a redigere e presentare - concludono Agliozzo, Montera e Borrelli - proposte di emendamenti per accelerare l'iter nella legge finanziaria".

Fonte: Adnkronos

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiedono la stabilizzazione e l'integrazione dell'orario di lavoro: presidio dei lavoratori Asu davanti all'Ars

PalermoToday è in caricamento