"Ogni anno vedono leso il diritto alla continuità didattica": sit in degli insegnanti di sostegno

Manifesteranno davanti alla sede dell’ufficio scolastico provinciale indossando una maglietta di colore rosso, simbolo della “violenza” perpetuata nei loro confronti: "Chiederemo un incontro che possa fare chiarezza sullo stato delle cose"

Sit in di protesta domani davanti alle porte dell’ufficio scolastico provinciale di Palermo. Gli insegnanti specializzati su sostegno di tutta la Sicilia, della scuola primaria e dell’infanzia, si sono dati appuntamento alle 9 per chiedere chiarezza sulle procedure di assegnazione delle cattedre per l’anno scolastico 2019-2020. La neonata associazione “Insieme per il sostegno”, nasce con lo scopo di salvaguardare gli interessi legittimi degli insegnanti e dei bambini disabili che ogni anno vedono leso il proprio diritto alla continuità didattica in nome dell’interesse personale di quanti, già di ruolo, scelgono di ritornare in Sicilia. L’associazione che ha riunito gli insegnanti di tutte le provincie siciliane, ha già proceduto ad una diffida nei confronti dell’ufficio scolastico provinciale al fine di far rispettare la procedura vigente che prevede la nomina degli specializzati di prima e seconda fascia prima delle assegnazioni provvisorie dei docenti senza titolo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Manifesteranno indossando simbolicamente una maglietta di colore rosso, simbolo della “violenza” perpetuata alle migliaia di lavoratrici e lavoratori precari che ancora oggi attendono l’immissione in ruolo. Accanto agli insegnanti ci saranno le famiglie delle alunne e degli alunni disabili che ogni anno si vedono costretti a entrare in classe senza il proprio docente di sostegno per iniziare serenamente le attività didattiche. Gli insegnanti chiederanno un incontro che possa fare chiarezza sullo stato delle cose, incontro già negato con il silenzio dai funzionari competenti nonostante una prima lettera firmata da più di 500 docenti e la diffida di poche settimane fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento