Cronaca Politeama / Via Cavour

Le guardie giurate chiedono più sicurezza: "I pattugliamenti siano effettuati in due"

Sit in, organizzato dai sindacati Saves, Agri, Agpg e Cse, davanti alle Prefettura dopo la tragedia avvenuta la notte di Ferragosto: un lavoratore della Kms è morto a Carini mentre era in servizio. I manifestanti: "Questo lavoro è pericoloso, nessuno rimanga più solo"

"Il nostro settore deve essere regolamentato per garantire maggiore sicurezza". Questo l'appello lanciato dalle guardie giurate, nel corso di un sit in che si è tenuto questa mattina davanti alla Prefettura in via Cavour, organizzato dai sindacati Saves, Agri, Agpg e Cse. La scelta di scendere in strada dopo la morte, per cause ancora di accertare, del collega della Ksm, deceduto la notte di Ferragosto a Carini mentre era in servizio. L'uomo è stato ritrovato alle 3.45 a Carini, vicino a un deposito. Il suo corpo era riverso a terra, vicino all'auto. A ucciderlo sarebbe stato un colpo d'arma da fuoco alla tempia. La sua arma è stata trovata a due metri di distanza, alla sua sinistra. Le forze dell'ordine stanno indagando per capire se si è tratta di suicidio o omicidio.

"Comunque siano andate le cose - scrivono i sindacati in una lettera inviata alle prefetture di Palermo, Trapani, Catania e Messina - questo lavoro va completamente rivisto, non si può più continuare ad andare avanti così: questo lavoro è pericoloso, noi siamo sempre in prima linea e chiediamo che i servizi di pattugliamento siano effettuati in due. Nessuno rimanga più solo".

Messaggio ribadito oggi al capo di gabinetto della Prefettura di Palermo che ha ricevuto una delegazione di manifestanti. "Sono stati richiesti - concludono le guardie giurate - anche altri interventi per garantire la sicurezza dei lavoratori come l'installazione dei dispositivi "Uomo a terra" sulle radio portatili, il rispetto delle ore di lavoro e dell'organizzazione delle zone di pattuglia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le guardie giurate chiedono più sicurezza: "I pattugliamenti siano effettuati in due"

PalermoToday è in caricamento