Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

"Dateci diritti e tutele", la protesta dei magistrati onorari in piazza Pretoria

Nuovo flash mob ieri sera dei "precari" della giustizia che, pur lavorando anche da due decenni in Procure e tribunali, non hanno accesso alle garanzie previste per tutti i lavoratori: "Non faremo un passo indietro e non accetteremo altri aggiustamenti: lo Stato trovi una soluzione definitiva"

Il flash mob dei magistrati onorari in piazza Pretoria

Sono tornati a protestare, stavolta con un flash mob in piazza Pretoria: i magistrati onorari, ancora una volta, chiedono tutele e diritti dopo anche due decceni di servizio nei palazzi di giustizia da "precari". La manifestazione pacifica si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri ed è l'ultima di una serie di iniziative portate avanti da questi lavoratori che, pur garantendo ogni giorno la giustizia ai cittadini e operando per conto dello Stato, sono paradossalmente privi delle garanzie minime.

"Torniamo  a chiedere - afferma l'avvocato Giulia Bentley - che la giustizia che amministriamo da vent'anni, privi di ogni tutela e in balia di un precariato unico nel suo genere, venga riconosciuta anche per noi. Chiediamo a gran voce che la commissione ministeriale istituita a maggio scorso termini quanto prima i lavori volti a riformare le norme della legge Orlando che entrerà a pieno regime il 16 agosto con i nefasti effetti già noti all'atto della sua approvazione nel 2017, ma anche che il governo trovi gli stanziamenti necessari per attuarla. Chiediamo che non vengano approntate più soluzioni di comodo destinate ad ulteriori aggiustamenti ma che, al contrario, il legislatore recepisca i lavori della Commissione e riconosca celermente ai magistrati onorari in servizio da due decenni quelle ineludibili tutele costituzionalmente previste per ogni lavoratore e a noi sinora pervicacemente negate".

E aggiunge: "Noi non intendiamo retrocedere di un passo dalla rivendicazione dei nostri diritti e vogliamo confidare che l'attuale Guardasigilli saprà gettare fondamenta salde per la magistratura onoraria, più volte definita 'pilastro della giustizia', ma sino ad ora costretta a sorreggersi su un basamento d'argilla. La messa in sicurezza del sistema giustizia passa anche dalla magistratura onoraria che, con serietà devozione e competenza, continua ogni giorno a rendere servizio ai cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dateci diritti e tutele", la protesta dei magistrati onorari in piazza Pretoria

PalermoToday è in caricamento