rotate-mobile
Cronaca Calatafimi / Piazza Indipendenza

"Vogliono ridurre i fondi per gli ex Pip", indetti cinque giorni di protesta davanti alla Regione

Alla base del sit in quanto stabilito dall’articolo 7 del disegno di legge che l'Ars dovrà approvare entro fine mese. I sindacati: "Il sussidio mensile è bloccato dal 2014. Così non sarà possibile stabilizzare o ricollocare questo personale. Riteniamo questa scelta inaccettabile"

Attendevano novità dalla Regione sulla loro stabilizzazione o ricollocazione e invece, secondo il prossimo disegno di legge che dovrà essere votato dall'Ars, le risorse destinate potrebbero essere ridotte da 31 a 26 milioni di euro. I sindacati hanno indetto tre giornate di protesta davanti alla sede del Governo regionale "affinché il presidente Schifani sia sensibilizzato a fornire le debite spiegazioni - si legge in una nota di Ugl Autonomie Sicilia, Confintesa, UilTucs, Cgil-Filcams, A sud - circa la decurtazione delle somme, pari a 5 milioni di euro annui, per il prossimo triennio finanziario".

Già nei mesi scorsi le organizzazioni sindacali si erano attivate per chiedere al Dipartimento regionale del lavoro che "le economie di spesa relative all’anno 2022 venissero impegnate per i 'legittimi destinatari', ovvero gli ex Pip, proponendo nelle more della definizione dei processi di stabilizzazione/ricollocazione e già da subito, l’incremento o meglio la rivalutazione del sussidio mensile che dal lontano 2014 è fermo a 832 lordi mensili, tenuto conto che, per legge, tutte le misure di sostegno al reddito annualmente vengono rivalutate in relazione alla variazione annuale Istat".

I sindacati, invece di ottenere risposte, hanno dovuto prendere atto "che il Governo regionale, con deliberazione di Giunta del 19 dicembre, ha ridotto fino al 2025 la spesa annuale per gli ex Pip da 31 milioni a 26 milioni. Si tratta del disegno di legge della finanziaria regionale che entro fine mese dovrebbe essere approvato dall’Ars". Per questa ragione sono stati chiamati a raccolta i lavoratori che nei prossimi giorni "assedieranno" Palazzo d’Orleans per ottenere risposte dalla Regione: "Riteniamo inaccettabile quanto previsto dal Disegno di legge".

Le manifestazion sono in programma per: lunedì 9 gennaio, martedì 10 gennaio, mercoledì 11 gennaio, giovedì 12 gennaio e venerdì 13 gennaio, dalle 9 alle 14.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vogliono ridurre i fondi per gli ex Pip", indetti cinque giorni di protesta davanti alla Regione

PalermoToday è in caricamento