rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Partanna-Mondello

Dopo decenni di disagi i residenti di Partanna, Mondello e Valdesi scendono in piazza: "Stop allagamenti" 

La manifestazione, con partenza davanti alla parrocchia Santa Maria degli Angeli, si snoderà per le vie della borgata. In corteo associazioni, comitati, scuole e rappresentati della settimana circoscrizione. L'appello: "Basta false promesse, la politica risolva la questione una volta e per sempre"

Sono stanchi di subire da decenni disagi e danni ogni volta che piove e si sentono abbandonati dalle istituzioni a cui rimproverano di non aver saputo trovare delle soluzioni idonee. Per questo i residenti di Mondello e Valdesi domani, alle 10,30, scenderanno in piazza contro gli allagamenti e gli sversamenti. La manifestazione, con partenza davanti alla parrocchia Santa Maria degli Angeli in via Lorenzo Iandolino, si snoderà per le vie della borgata: un corteo attraverserà via Partanna Mondello, via Ferrante per raggiungere via Polibio dove davanti all'ingresso della scuola elementare Santocanale ci sarà un sit-in con tutti i partecipanti. La protesta è stata organizzata da associazioni, comitati, parrocchie, scuole e dalla settimana circoscrizione.

"Le opere tanto decantate, specie in prossimità delle campagne elettorali, al fine di procacciare qualche vile voto - denunciano gli organizzatori - non sono state mai realizzate o mai completate". Così il problema degli allagamenti resta irrisolto e quando piove le strade diventano impraticabili, piene di fango, di detriti e di immondizia di ogni genere e le scuole inacessibili. "In questi giorni - aggiungono - si stanno concludendo i lavori sulla rete fognaria di collegamento in via Rosario Nicoletti, che collegheranno la rete di Tommaso Natale, Marinella e Sferracavallo, con la rete già insufficiente e vetusta di Partanna, gravando ancora di più sulle presenti criticità".

Dopo gli ultimi danni subiti ad ottobre hanno deciso che non possono più aspettare. "E' franato un canalone - raccontano - portando fango e detriti dentro le case. Non possiamo più attendere anche perché abbiamo rischiato molto. Diversi concittadini sono rimasti intrappolati nei loro scantinati o garage inondati dall'acqua". Il loro è un grido d'allarme, un appello alla politica. "Non aspettiamo che qualcuno perda la vita. I nostri amministratori - concludono - provvedano a risolvere la questione una volta e per sempre". Chiedono la pulizia e la bonifica del "ferro di cavallo" e di completare il canalone Nord occidentale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo decenni di disagi i residenti di Partanna, Mondello e Valdesi scendono in piazza: "Stop allagamenti" 

PalermoToday è in caricamento