Cronaca

Baby squillo, tra i clienti tanti "insospettabili": arrestato poliziotto dell'ufficio scorte

Avrebbe messo in contatto Dario Nicolicchia, ex fidanzato della ragazza, con altri due clienti. Deve rispondere di induzione alla prostituzione minorile. Si allunga l'elenco dei clienti individuati dagli investigatori

E' stato arrestato il poliziotto coinvolto nell'inchiesta sul giro di clienti della "Palermo bene" che avrebbero avuto rapporti sessuali con una ragazza di 16 anni, costretta a prostituirsi dall'ex fidanzato Dario Nicolicchia, arrestato lo scorso 19 marzo. La giovane, sentita dagli inquirenti, lo aveva detto: "tra i miei clienti anche un avvocato, un poliziotto, un dentista, un commerciante e un ristoratore". E adesso sono l'assistente capo della polizia in servizio all'ufficio scorte Dario Pandolfini, 49 anni,è finito ai domiciliari.

Il provvedimento è stato firmato dal gip Lorenzo Matassa. Pandolfini deve rispondere di induzione alla prostituzione minorile. Secondo gli investigatori della squadra mobile, diretta da Rodolfo Ruperti e coordinati dal pm Claudio Camilleri, il poliziotto avrebbe messo in contatto Dario Nicolicchia, ex della baby squillo, con altri due clienti.

L'indagine è condotta dalla sezione Reati sessuali della Squadra mobile e sono stati gli stessi poliziotti ad arrestare il collega. Le indagini sul giro di prostituzione che ruotava attorno alla 16enne, intanto, proseguono. Sarebbero decine le persone individuate dagli investigatori che avrebbero fatto sesso a pagamento con la minorenne.
Determinante la testimonianza della stessa ragazza, che ha raccontato agli inquirenti di numerosi incontri soprattutto professionisti, imprenditori e commercianti. Spesso sul posto di lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby squillo, tra i clienti tanti "insospettabili": arrestato poliziotto dell'ufficio scorte
PalermoToday è in caricamento