Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca Via Marchese di Roccaforte

Prostituta palermitana di 18 anni tenta di corrompere i carabinieri, condannata

Un anno e dieci mesi per una ragazza palermitana: era stata scoperta nel corso di un controllo mentre si prostituiva in un monolocale di via Marchese di Roccaforte, nell'agosto del 2016

Foto archivio

Un anno e dieci mesi per induzione alla corruzione. Il gup Nicola Aiello ha condannato una ragazza palermitana di 19 anni (E.E. le sue iniziali) per avere tentato di corrompere i carabinieri. La giovane - secondo la ricostruzione dell'accusa - fu scoperta nel corso di un controllo mentre si prostituiva in un monolocale di via Marchese di Roccaforte, nell'agosto del 2016. Un blitz nato da una segnalazione anonima.

A quel punto - come riporta l'agenzia Ansa - la ragazza disse ai carabinieri: "Prendetevi tutti i soldi che ho nella borsa, basta che mi lasciate andare". Nella borsa c'erano 400 euro che furono poi sequestrati dai militari. Poi il processo e la condanna. La giovane incontrava uomini conosciuti attraverso un sito internet dove si offrivano massaggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituta palermitana di 18 anni tenta di corrompere i carabinieri, condannata

PalermoToday è in caricamento